you reporter

COMUNE

Un disguido sul pagamento: chiuso il dehors del bar

Il Crimi ha dovuto smantellare tutto, durante il sopralluogo della Polizia Locale e dell'assessore Cattozzo

Comune sempre più digitale

L’assessore Luisa Cattozzo, che ha tra i suoi referati la Semplificazione amministrativa, è impegnata in questi giorni nella concessione del raddoppio dei plateatici a Rovigo. Ma durante il suo giro tra i locali ha anche chiuso un dehors, che in questi giorni è stato smantellato.

E’ lo storico plateatico del Crimi, bar che da 14 anni è aperto in città e molto frequentato anche dai giovani. La titolare, infatti, per un disguido, non ha pagato la tassa Tosap relativa al 2019 e quindi durante il tour con la polizia locale ha invitato l’esercente a togliere anche i fiori e le piante.

Non è ancora bastato sanare il pregresso per garantire lo scoperto che da anni è concesso al locale di via Cavour. Al momento, dunque, nel bar, che in questo periodo ha lavorato molto al delivery e all’asporto, anche quando tutti gli altri locali erano chiusi, si può consumare solo all’interno del locale e non all’esterno. Nell’attesa che dal Comune arrivi l’ok. Un inghippo che per l’assessore alle Semplificazione amministrativa, in un periodo come questo, appare un po’ eccessivo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl