you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

Ricorso al Tar contro la maturità in presenza: i docenti vogliono farlo online

L’iniziativa è partita da circa 300 tra docenti e genitori raccolti nel gruppo Facebook Maturità 2020 online

Le scuole potrebbero rimanere chiuse fino a Maggio

Arriva puntuale il primo ricorso al Tar contro l’esame di Maturità in classe. L’iniziativa è partita da circa 300 tra docenti e genitori raccolti nel gruppo Facebook Maturità 2020 online promosso da Aldo Domenico Ficara, docente di Messina, che nel corso delle ultime settimane ha raccolto le adesioni a livello regionale dei docenti che chiedono lo svolgimento dell’esame di Stato non in presenza. Richiesta per la quale il ministero si è già detto contrario.

I docenti del gruppo Maturità 2020 online chiedono che all’esame siano sostanzialmente presenti almeno gli studenti, permettendo agli insegnanti che fanno parte della commissione di collegarsi in videochiamata, considerando che, come ha stabilito l’inali, professori e collaboratori scolastici rientrano nella fascia di maggior rischio per il contagio da Coronavirus.

Dai docenti siciliani, la battaglia punta ad allargarsi con la diffusione di un documento che diversi insegnanti stanno presentando nei collegi docenti, con il quale sottolineano tutte le criticità che comporterà l’esame in presenza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl