you reporter

ROVIGO

Controlli straordinari per la movida del weekend

Servizio serale con polizia, carabinieri, polizia locale e guardia di finanza

Un imponente controllo interforze che ha unito, sotto la regia della della polizia di Stato, le Volanti, i carabinieri, la Finanza e la polizia locale, con uno scopo molto chiaro: fare in modo che la movida del weekend si svolgesse in maniera consapevole e rispettosa della normative per il contrasto al coronavirus. Lo scopo non era in alcun modo, doveroso precisarlo sin da subito, quello di fare multe, ma quello di informare per evitare di doverne fare.

Per questo, prima che la serata di sabato 30 maggio entrasse nel vivo, il dirigente della polizia di Stato Commissario capo Andrea Ambrosino, assieme ai suoi uomini, ha visitato i locali del centro città, per domandare la massima collaborazione agli esercenti. Lo scopo, infatti, è quello di fare in modo che gli esercenti possano lavorare senza problemi e senza incorrere in sanzioni, così come che i Rodigini possano ricominciare a vivere la primavera senza violare le disposizioni di legge.

Sino al domenica 31 maggio, ricordiamolo, la mascherina è ancora obbligatoria. Da lunedì 1° giugno non lo sarà all'esterno, qualora sia possibile rispettare la distanza sociale, mentre resterà obbligatoria al chiuso e là dove sia impossibile mantenere la distanza sociale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl