you reporter

MALTEMPO

Non ci voleva proprio. Spiaggia appena riaperta devastata dalla mareggiata

Notte da incubo per le spiagge del Delta

E’ stato una notte da incubo per le spiagge. Una forte mareggiata si è abbattuta tra giovedì e venerdì e l’acqua si è alzata fino a 115 centimetri. “A Boccasette abbiamo perso tanti lettini e ombrelloni – dice Giampietro Bellan dello stabilimento Scano Palo - Anche le varie attrezzature che ci servono durante la stagione estiva hanno subito dei danni. Il mare ha letteralmente eroso le prime due file di ombrelloni e sono stati persi ben 12 metri di battigia”.

Quest’anno tra il Coronavirus, i regolamenti, e le mareggiate, la stagione balneare 2020 non vuole proprio partire. “Sono ben 50 anni che lavoro qui d’estate – continua Bellan -, e ne ho viste di mareggiate. So bene che questi fenomeni arrivano all’improvviso e spiazzano tutti. Il fatto è, che nel corso degli anni, anche la spiaggia di Boccasette è cambiata proprio per i fenomeni naturali. Ad esempio per l’innalzamento dei mari, per le sempre più frequenti mareggiate, e il territorio cambia”. A novembre, quando c’era stata la mareggiata che ha colpito in modo significativo anche Venezia, a Boccasette l’acqua aveva eroso non poco il territorio e aveva anche portato via molta sabbia. Ora, anche questa mareggiata si è fatta sentire e non poco. “Lo scorso fine settimana abbiamo lavorato bene – afferma Bellan -. Il tempo era bello, l’aria era calda e il sole ha finalmente abbronzato i nostri visi. Vedremo ora come procederà la stagione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl