you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Tutto il possibile per proteggere i nostri anziani. Visite? Scusateci, serve ancora pazienza"

La lettera dei direttori delle case di riposo polesane ai familiari

"Gli anziani nelle case di riposo necessitano del massimo livello di attenzione"

"Come è noto, le strutture per anziani del polesine sin dalla prime avvisaglie dell’emergenza sanitaria sono state impegnate a prevenire i rischi di contagio. Come Direttori delle strutture per anziani del Polesine, per condividere la nostra esperienza e la nostra capacità allo scopo di organizzarci nel miglior modo possibile, abbiamo costituito un coordinamento operativo che coinvolge 15 strutture polesane su 17", comincia così la nota a firma dei Direttori dei Centri Servizi polesani.

"Le nostre strutture hanno il fine di tutelare i nostri anziani e ciò che essi rappresentano e lo stanno facendo applicando con disciplina e impegno le indicazioni sanitarie dell’azienda Ulss, senza dimenticare di proteggere e sostenere il proprio personale in prima linea - continua la nota - Ma assieme ai nostri amministratori non dimentichiamo che i familiari stanno soffrendo per l’impossibilità di abbracciare i loro cari. Infatti sono oramai tre mesi che le visite nelle strutture sono state sostituite dalle videochiamate e, dove possibile, dagli incontri vicino ai cancelli o dietro le vetrate. Recentemente la Regione Veneto ha approvato delle linee di indirizzo che hanno lo scopo di rendere possibile la ripresa delle visite dei familiari, purché svolte in condizioni di totale sicurezza, e nella fase di preparazione questo ci ha dato occasione di incontrare i familiari o i loro organismi di rappresentanza e ci rendiamo conto che sono stanchi di aspettare".

"Vorremmo che non fosse così, ma purtroppo il virus non è ancora stato debellato e se sinora è rimasto fuori dalle nostre strutture è perché abbiamo lavorato con professionalità e attenzione. La nostra prima preoccupazione rimane quella di proteggere i nostri anziani. Per questo la ripresa delle visite avverrà non appena ci saremmo organizzati completamente in modo da non rischiare di dover tornare indietro. Ed è importante che si capisca che la completa applicazione delle linee guida regionali per le nostre strutture è molto impegnativa sotto il profilo dell’organizzazione e dei costi. Ma ci impegneremo al massimo per fare presto".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl