you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

Election day in autunno: per non chiudere le scuole si ipotizza il voto nelle palestre

Dovranno essere ricollocati 61mila seggi

I partiti puntano sulla cinquina

In vista delle elezioni regionali in autunno la prerogativa ora è quella di trovare il luogo più adatto per i 61mila seggi elettorali. Usare le scuole comporterebbe un altro stop alle elezioni, un’eventualità che il ministero dell’Istruzione vorrebbe evitare. Si pensa così a palestre e palazzetti e caserme ma "le difficoltà non sono poche", spiega il viceministro dell’Interno Matteo Mauri a Repubblica.

"In ogni quartiere c’è una scuola e la gente la devi far votare vicino casa. Devono essere luoghi appropriati e devi attrezzarli e tutto questo naturalmente ha un costo. E poi devi informare gli elettori che sulle loro schede hanno segnato numero della sezione e luogo. I tempi sono stretti. Quello che posso dire è che stiamo lavorando per verificare se ci sono le condizioni per un’operazione tecnica molto complessa. Proveremo a farlo ma di certo non potremo farlo per tutti i seggi. Nelle città più grandi si può trovare qualcosa ma nei piccoli centri è molto complicato che ci siano alternative ai seggi nelle scuole".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl