you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

L'appello di Zaia: "Il virus c'è ancora, non andate in spiaggia tutti nello stesso posto"

Lo ha detto il Presidente: "Di casi ne abbiamo ancora, anche se pochi. Non è tutto finito, ricordatevelo"

Zaia. “Non aspetteremo il 2023”

"Passati i 900mila tamponi eseguiti; sono 727 le persone in isolamento, 17 in meno nelle ultime 24 ore; i positivi sono 19257, più 4 nelle ultime 24 ore; ricoverati in area non critica meno 24 rispetto a ieri e sono 192; terapie inserisce stabili sempre 11 uno solo ancora positivo. 2006 morti, due in più; 3567, 25 in più. Resta viva la preoccupazione della reinfezione, il virus c'è perché c'è sempre qualche contagiato nuovo. L'appello che faccio ai cittadini è di non prendere sotto gamba la storia. Io non faccio parte dei catastrofisti. Io dico solo massima attenzione. In spiaggia si deve andare, ma distribuitevi. La nuova sfida: invece di fare un appello per le partenze intelligenti, lo faccio alla ricerca dello spazio intelligente. C'è il rischio che portiate il virus a casa", sono le parole del presidente Luca Zaia.

"Noi siamo in assetto reinfezione. Io ho il terrore di chiudere questa conferenza stampa perché ho paura che la gente pensi che sia tutto finito. Ma è giusto dirvi che noi siamo in assetto pronti per la guerra qualora dovesse tornare il virus", aggiunge Zaia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl