you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

"Spiagge troppo affollate: le regole sono poche, ma dovete rispettarle"

L'appello del presidente delle Regione, Luca Zaia: "Ci sono ancora 22 focolai in veneto"

L'elogio del presidente Zaia ai Carabinieri

"Siamo arrivati a 950621 tamponi eseguiti; in isolamento restano 711 persone, numero invariato; 19278 è il numero dei positivi, tre in più; i ricoverati sono 187 dei quali solo 17 ancora positivi; terapie intensive sempre 11, solo uno ancora positivo; 2008 i decessi, un in più; dimessi 3584, dato invariato", sono i numeri del bollettino del contagio illustrati dal presidente della Regione Luca Zaia.

"E' stato un weekend molto affollato lungo le spiagge, abbiamo ricevuto tantissime segnalazioni e ne viene fuori un grande senso civico della maggioranza della popolazione. Però siamo fortemente preoccupati a prescindere dal fatto che il virus ha diminuito la sua virulenza, abbiamo tutti la responsabilità del nostro futuro. Se non volete mettere la mascherina negli assembramenti ne prendo atto ma stiamo mettendo a repentaglio tutto quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Ci sono pochissime regole ora, ma dovete rispettarle".

"Una preghiera assoluta ai cittadini: mettetevi d'impegno. Attualmente in veneto ci sono 22 focolai. E se andiamo a valutare le settimane che vanno dal 25 di maggio avevamo 132 focolai la prima settimana, dal 31 maggio 75 focolai e poi la settimana successiva 56, poi 35 e ora 22. Non è vero dunque che sono aumentati i focolai ma ce ne sono ancora. Abbiamo due focolai importanti quello di Feltre dell'Eurobrico, l'altro è quello del pulmino delle badanti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl