you reporter

IL CASO

Giovani balordi sfasciano i negozi, rabbia a Rosolina Mare

Folle assalto nella notte, vetrine distrutte, rubato il fondo cassa e persino le mance

Giovani balordi sfasciano i negozi, rabbia a Rosolina Mare

Un brutto, bruttissimo risveglio, nella mattinata di ieri, a Rosolina Mare, in particolare nella zona di via dei Pini. Una zona solitamente tranquilla di una rinomata località turistica che, per fortuna, non è abituata a episodi come quello che, invece, purtroppo nella notte scorsa ha avuto luogo. Un episodio che ha sconcertato tutti e che ha provocato danni ad alcune attività commerciali.

“Episodi del genere, non si erano mai visti, nella nostra località, in centro a Rosolina Mare. E questo la dice lunga sul periodo che stiamo vivendo”. Questa l’analisi di Nicola Brugiolo, notissimo esercente di Rosolina, rappresentante della categoria, titolare del bar che, purtroppo, è stato preso di mira assieme alla vicina tabaccheria.

Un folle raid che pare stare a metà tra il furto e il vandalismo. I ladri, infatti, hanno agito con la tecnica della spaccata. In parole povere, hanno distrutto le vetrine per potere avere accesso ai locali che avevano preso di mira. I danni appaiono ancora da quantificare, ma, solo il costo del vetro si calcola nell’ordine delle centinaia, se non delle migliaia di euro. Pare che, per mandare in frantumi vetrate e serramenti, sia stata usata una grossa pietra, poi ritrovata proprio davanti alla vetrina.

Un brutto episodio, quindi, che arriva proprio nella stagione balneare più difficile che la località bassopolesana si trova a memoria d’uomo a dovere affrontare, con negozi e locali che stanno facendo tutto il possibile per limitare i danni, frutto sia di una riduzione degli arrivi, causa il coronavirus, che della partenza decisamente ritardata della stagione, sempre a causa dell’emergenza sanitaria.

Ma non c’è stato unicamente il vandalismo, c’è stato anche il furto. Sono spariti i contanti del fondo cassa e altri oggetti. Sono state presi persino gli spiccioli delle mance lasciate per il personale.

“La cosa più triste - spiega Brugiolo - è vedere, come emerso dalle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza, che ad agire sono stati dei giovani; spiace, inoltre, vedere che sono arrivati a rubare le mance lasciate per loro coetanei che, invece che andare in giro di notte a sfasciare tutto, hanno deciso di mettersi in gioco e di impegnarsi in un lavoro”.

E’ anche sulla base di tutte queste considerazioni che Brugiolo ha deciso di non lasciare perdere e di fare tutto il possibile contro gli autori di questo raid, che non dovrebbe poi essere davvero impossibile individuare. Le loro immagini, come detto, sono a disposizione degli inquirenti, catturate dagli impianti di videosorveglianza.

“Per questi motivi - chiude l’esercente - proprio per una questione di principio, ho deciso di agire, legalmente e per tutelarmi, contro queste persone, in ogni maniera lecita che sarà a mia disposizione. Lo ripeto: un episodio tanto grave, a Rosolina Mare, ai danni delle attività, non si era mai visto. E questo deve fare molto riflettere, per quanto riguarda il momento che stiamo vivendo”.

Analoghi sentimenti di riprovazione e di sconcerto sono stati espressi dai residenti, dai turisti e dai colleghi degli esercenti presi di mira. Gesti che appaiono davvero insensati, ma che in una congiuntura come quella attuale possono provocare danni e conseguenze pesantissime, per quelle attività che stanno cercando in ogni modo di rimettersi in piedi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Amazon continua a cercare lavoratori
CASTELGUGLIELMO E SAN BELLINO

Amazon continua a cercare lavoratori

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl