you reporter

CAVARZERE

Finti idraulici, veri ladri: entrano in casa con una scusa e poi se ne vanno con una esplosione

Incredibile serie di furti in pieno giorno: chiedono di entrare per sistemare delle perdite e poi provocano delle esplosioni per fuggire rubando ciò che trovano in casa

94enne narcotizzata e derubata

Furto in via Trento Trieste: “Si fingono idraulici per rubare”. La segnalazione di un furto avvenuto in pieno giorno è pervenuta da una residente della stessa via, che avvisa che il colpo è avvenuto lo scorso martedì 4 agosto, in via Trento Trieste, alle 12.30 circa. “Due persone spacciandosi per tecnici dell’acqua si sono fatti aprire, e mentre uno distraeva chiedendo di mostrare i rubinetti, l’altro rubava. Poi hanno provocato due piccole esplosioni e sono scappati con la refurtiva (soldi e bancomat). Avevano parcheggiato davanti casa della persona da cui sono andati a rubare. - Ha spiegato - Ero nella casa a fianco, ma nemmeno il tempo di uscire dopo aver sentito le esplosioni e ovviamente erano già scappati”.

I malviventi hanno anche inventato un una motivazione per essere credibili agli occhi di chi gli apre la porta di casa: “Spiegano che in seguito all’esplosione di una cisterna sull’acquedotto, l'acqua è contaminata con il mercurio e che devono assolutamente controllare”

Tra l’altro, questo non sembra l’unico furto avvenuto con questa modalità: “Stesso modus opererandi alla Botta qualche tempo fa: è successo ad una coppia di anziani miei conoscenti, - racconta una signora - hanno aspettato che la figlia andasse al lavoro per mettere in atto la sceneggiata, presumo scelgano le loro vittime dalle abitudini e se vivono sole”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl