you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

"Mascherine obbligatorie, non farò provvedimenti più rigidi. Ma bisognerebbe testare tutti quelli che entrano in Italia"

Lo ha detto il presidente della Regione, Luca Zaia

"Mascherine obbligatorie, non farò provvedimenti più rigidi. Ma bisognerebbe testare tutti quelli che entrano in Italia"

"Ieri abbiamo fatto una videoconferenza con i tre ministri prima che venisse emanato il decreto che impone le mascherine all'aperto dopo le 18 e chiude le discoteche. Allora penso primo che la guardia non vada abbassata. Secondo magari per colpa di qualcuno paga tutto il settore dei locali. Ai cittadini voglio dire è innegabile che una condizione di assembramento si possa creare di più in un locale notturno che in altri posti. Poi dire che chiuse le discoteche abbiamo risolto il problema no. Anche per i più bigotti. Io non faccio nessun provvedimento più restrittivo anche se sarebbe in mio potere. Penso che le discoteche adesso debbano essere ristorate. In spiaggia in veneto facciamo 32milioni di presenze ed è difficile non poter offrire servizi notturni. Penso che non è che chiuse le discoteche ci possiamo mettere il cuore in pace".

"Per le mascherine - continua Zaia - I ministri hanno detto che l'orario è legato alla maggiore possibilità assembramenti dopo le 18 - continua Zaia - Io però mi aspetto dal Governo provvedimenti più restrittivi anche per altri campi. Soprattutto tutti quelli che entrano nei nostri territori. Non c'entra nulla il colore della pelle, è un fatto di sanità pubblica".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl