you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

"Se i contagi non cominciano a scende, a settembre il virus colpirà anche gli anziani"

A dirlo è Daniela Paolotti, ricercatrice alla Fondazione Isi di Torino

Coronavirus, giovane anestesista in terapia intensiva dopo il contagio

"Sicuramente il virus circola di più. L’aumento delle nuove infezioni di questi giorni rispecchia un andamento reale: non ci sono giustificazioni". A dirlo è Daniela Paolotti, ricercatrice alla Fondazione Isi di Torino, intervistata da Open.

"In questo momento, finché il virus circola tra i giovani, non preoccupa l’impatto dell’epidemia sulle strutture sanitarie. Ma è una situazione di equilibrio instabile: se entro settembre i contagi non scendono, diventerà un problema evitare che il virus arrivi a colpire anche gli anziani". E ancora: "La riapertura delle scuole costituisce un enorme punto interrogativo. Adesso siamo preparati dal punto di vista clinico: i medici sanno come affrontare la malattia in ambito ospedaliero. Ma le scuole, è inutile negarlo, una volta riaperte faranno aumentare la percentuale di rischio che l’epidemia si diffonda come prima, più di prima. Chiedere a dei ragazzi molto giovani, spesso bambini, di osservare le misure igieniche è difficile. È complicato imporre a un ragazzo di tenere su la mascherina per sei ore al giorno. E non dimentichiamoci che gli studenti hanno delle famiglie: è automatico che eventuali cluster nelle scuole impattino sui parenti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl