you reporter

VENETO

132 contagiati in più, 10 ricoverati, un morto. "Non è situazione di allarme"

Il bollettino regionale del presidente Luca Zaia

74779

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia

1.508.033 i tamponi eseguiti in Veneto dall'inizio dell'emergenza. 1.300.000 i test rapidi che sono stati eseguiti. Sono i dati illustrati dal presidente della Regione Luca Zaia nel corso dell'aggiornamento sull'andamento, in Regione, del contagio da Coronavirus.

22.469 il numero complessivo dei positivi dal 21 febbraio, 132 in più nelle ultime 24 ore. I Veneti in isolamento sono 7.036. 512 le persone entrate in isolamento nelle ultime 24 ore. I ricoverati sono 140, 58 i positivi, 82 i negativi, 10 in più rispetto alla giornata precedente. "Non parliamo di una sanità in crisi da Coronavirus - ha spiegato Zaia - ma si tratta comunque di persone che hanno bisogno di cure ospedaliere, ma non sono in terapia intensiva". Sono otto le persone in terapia intensiva, cinque delle quali positive.

2117 i morti dall'inizio dell'emergenza, uno in più. 3837 i dimessi, quattro in più. Zaia ha anche illustrato la percentuale degli isolati che, mediamente, risultano positivi: circa il 31%, ma solo il 3% con sintomi.

"Parliamo di una situazione - ha detto Zaia - a basso impatto ospedaliero, che non crea situazioni di allarme. Vediamo che l'età media dei contagiati si è abbassata, scendendo sotto i 38 anni, ma anche la mortalità media degli over 70 è scesa. Questo significa che una adeguata e tempestiva presa in cura fornisce speranze molto migliori rispetto a quanto accadeva nella prima fase dell'emergenza".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl