you reporter

COLDIRETTI VENETO

Ecco i nostri lavoratori che non si sono fermati mai. Il video omaggio ad agricoltori e allevatori

Realizzato dall'associazione di categoria come omaggio alle aziende che hanno portato avanti il Veneto anche nel lockdown

Un video di Coldiretti Veneto testimonia tutta la centralità del settore agricolo durante i tre mesi di lock down. “Mentre tutto era fermo, l’agricoltura ha prodotto – spiega l’associazione più rappresentativa del settore - 21mila assunzioni, 425 nuovi capitani d’impresa, oltre mille progetti innovativi, 400 mila chilogrammi di spesa a domicilio,  20 mila pasti consegnati direttamente a casa,  12 mila chili di beni alimentari per i bisognosi e 20 tonnellate di cibo per gli animali dei circhi e parchi naturali”.

La presentazione del documento “Identità Veneta. Agricoltura, il valore da cui ripartire” ai candidati alla presidenza del Veneto e a coloro che vogliono impegnarsi politicamente nella prossima legislatura – spiega Coldiretti -  è accompagnata dalla proiezione di un filmato che raccoglie le parole di cuochi contadini, operatori didattici, allevatori e produttori dei mercati di Campagna Amica  che continuano a sostenere la qualità della vita e al benessere delle famiglie con servizi e  il meglio della produzione locale. E’ il tributo di Coldiretti alle oltre 60 mila imprese agricole che realizzano un fatturato di circa 6 miliardi di euro portando il Veneto ai vertici nazionali posizionato ai vertici nazionali per i primati d’eccellenza conquistati grazie alla tenacia e al lavoro della gente che lo abita. 

Coldiretti Veneto propone per le elezioni 2020 la sottoscrizione di un patto identitario per dare slancio ad un settore che garantisce un’occupazione crescente. Lo fa attraverso i pilastri legislativi che dovranno essere ripresi come la legge regionale del Km Zero per guidare la predisposizione degli appalti pubblici per avere prodotti di stagione e di origine certa nelle mense, quella agrituristica che non può non tener conto di quanto sperimentato durante il Covid 19 con il potenziamento del take away e delle consegne dei menù porta a porta, l’aggiornamento della normativa dell’agricoltura sociale per riconoscere i parametri sanitari delle fattorie che offrono servizi ed assistenza alle fasce deboli, l’adeguamento della norma per arginare la povertà che nella fase3 post pandemia sta coinvolgendo il 30% della popolazione. La firma del testo è una condivisione nell’interesse di tutti – conclude Coldiretti Veneto-  non di una parte ma dell’intera comunità,  per costruire un “bene comune”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl