you reporter

GAVELLO

Il murales che racconta la nostra campagna

Splendida tapppa di Deltarte all'azienda agricola La Galassa

La quarta tappa del festival itinerante DeltArte il delta della creatività è l’azienda agricola la Galassa di Gavello: un’oasi naturale nel cuore del Polesine, un luogo incantato dove il tempo sembra davvero essersi fermato. E’ qui che Simone Carraro, in arte Banco Ittico, ha soggiornando per realizzare la sua opera, sulla facciata principale della bottega La Galassa. Questa mattina, in un clima di festa, si è svolta l'inaugurazione del murale alla presenza delle autorità locali e regionali, nonché degli affezionati motociclisti del motoclub di Villamarzana e del motoclub dei vigili del fuoco di Rovigo.

Affascinato dal simbolismo dei bestiari antichi e dei trattati scientifici e di cultura popolare, Simone Carraro basa la sua ricerca sull’interazione tra immagine e scrittura analizzando quelle situazioni spesso marginali in cui il rapporto intrinseco tra uomo e natura non è un lontano ricordo ma una realtà quotidiana. Proprio alla Galassa Simone ha trovato il suo habitat (dal latino “abitare”). Per la realizzazione delle sue opere, il giovane artista veneziano intercetta le caratteristiche faunistiche e della cultura popolare in relazione all’ambiente in cui interviene, traducendole attraverso il proprio codice allegorico in forme figurative e verbali.

Il murales realizzato alla Galassa è una sorta di lavagna didattica che mette in connessione i protagonisti dell’azienda agricola e della lotta biologica integrata: da una parte gli insetti “buoni” come la coccinella, dall’altra quelli “cattivi” come gli afidi. In questo ecosistema, dove i protagonisti sono il tarassaco, la crisopa, l’ape, i lombrichi, il bruco, gli organismi viventi interagiscono tra loro, costituendo un sistema autosufficiente in equilibrio dinamico. Tra tutti i tasselli che vanno a comporre questa fitta connessione di biodiversità si innestano delle relazioni che contribuiscono al continuo scambio di energia e materia. La perdita di una singola comunità comporterebbe la destabilizzazione di questo delicato equilibrio.

La padrona di casa della fattoria didattica, Giovanna Zecchin, è entusiasta di questa esperienza: “Ormai da 6 anni la nostra azienda ha aperto le porte al festival DeltArte e alla creatività dei tanti artisti che collabora, collaborando attivamente con Melania Ruggini. Questo murales è il nostro biglietto da visita, ci identifica profondamente a partire dalle radici della pianta del tarassaco che rappresenta le nostre radici familiari, attive da tre generazioni in questo territorio".

La curatrice del festival, Melania Ruggini, commenta: “Simone Carraro è una bella scoperta per il nostro festival: un artista giovane ma già strutturato sia dal punto di vista della ricerca artistica che dello stile, inconfondibile e personale. Segnatevi questo nome perché farà sicuramente strada! Con Giovanna Zecchin la collaborazione già molto attiva si sta consolidando sempre più; abbiamo in serbo altre idee che vogliamo realizzare quanto prima!” Infine:  “L’obiettivo di quest’opera è quello di sensibilizzare il pubblico sull’importanza dei delicati ecosistemi presenti nel mondo contadino e che rischiano sempre più di scomparire, soppiantati dall’inquinamento, dall’industria e dalla distruzione degli ambienti naturali”. Durante la settimana di residenza artistica, la Galassa ha aperto le proprie porte all’animazione del centro estivo di Gavello e ha coinvolto i bambini e i ragazzi nel laboratorio creativo alla scoperta della fattoria didattica e della creatività. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl