you reporter

CORONAVIRUS E SCUOLA

Per tornare in classe serve il certificato di tampone negativo

La nuova circolare del ministero che fa discutere: "Necessario per chi è assente da scuola con sintomi di sospetto covid"

Per tornare in classe serve il certificato di tampone negativo

Se ci si assenta da scuola per sintomi sospetti da Covid-19 non si può tornare in classe senza un certificato di tampone effettuato. La nuova circolare, diffusa dal ministero della Salute, interviene ulteriormente su un tema di gestione piuttosto complesso. Fino a pochi giorni fa genitori e pediatri si erano dimostrati piuttosto preoccupati riguardo alle code e ai tempi di attesa non agevoli per le risposte dei test.

 La nuova direttiva firmata dal prof. Giovanni Rezza, il direttore generale della prevenzione è stata trasmessa a medici, sindacati e Regioni. Tutti dovranno attenersi alle indicazioni più specifiche ora diffuse, che obbligano tutti gli assenti da scuola per sintomi sospetti, dagli alunni al personale, a presentare un certificato che attesti la negatività di un tampone effettuato.

Finora le Regioni hanno avuto piena autonomia nell’introdurre a scuola i tamponi cosiddetti rapidi. Test di screening mirati alla ricerca dell’antigene virale, la proteina di superficie del virus appunto, che se positiva necessita di ulteriore verifica con tampone di laboratorio. La nuova circolare ministeriale punta invece sulla certificazione dei tamponi tradizionali e cioè quelli eseguiti sui liquidi prelevati da naso e bocca, alla ricerca dell’RNA, e cioè del filamento specifico del virus.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl