you reporter

ROVIGO

Malore in centro, ambulanza bloccata dalle bancarelle, i soccorsi arrivano a piedi

Una donna di 40 anni si è sentita male al bar Nazionale, scatta l’allarme, ma l’autoambulanza si ferma tra le bancarelle e non può proseguire

Malore in centro, ambulanza bloccata dalle bancarelle, i medico corrono a piedi

Prove di sicurezza... non superate. Ieri mattina, in corso del Popolo c’era il mercato. Una mattina fresca e assolata con tanta gente a passeggio per le bancarelle, con mascherine indosso e distanziamento assicurato. Tutto nella normalità del martedì del mercato a Rovigo. Ma una emergenza, fortunatamente, di quelle routinarie, non gravi, per il 118, ha fatto accendere la lampadina d’allarme, forse da tempo spenta. Infatti una signora sui 40 anni, intorno alle 11.30, si è sentita poco bene all’interno del bar Nazionale.

Un malore e uno svenimento che hanno fatto scattare subito l’intervento dei testimoni e la chiamata al Suem. L’auto medica, che spesso dalla centrale dell’ospedale di Rovigo si trova a entrare in centro, ha effettuato il tragitto più breve con le sirene a tutto spiano. Quello consueto: viale Tre Martiri, via Fuà Fusinato, via Silvestri, piazza Garibaldi, vicolo Maddalena, piazza Vittorio Emanuele II e via Cesare Battisti. Qui però l’autoambulanza si è trovata con il varco chiuso e l’impossibilità di passare. Il medico e l’assistente, hanno raggiunto il locale a piedi, dal bar San Marco e di gran lena.

Fortunatamente l’intervento non ha subito ritardi, in un quarto d’ora circa i soccorsi sono arrivati e non ci sono state ripercussioni per la donna. Tuttavia la circostanza riapre il tema delle misure sia antiterrorismo, che relative ai soccorsi. L’autoambulanza avrebbe potuto fare un giro più largo e arrivare in via Trento da piazza Duomo. Ma in ogni caso dover arrivare sul posto a piedi, non è un bel segnale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • diduve

    01 Ottobre 2020 - 01:01

    Il mercato fa male

    Rispondi

  • raffaello13

    01 Ottobre 2020 - 23:11

    In queste cose la sicurezza non c'è mai, gli imprevisti possono sempre succedere e rallentare i soccorsi.

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl