you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

La buona notizia: nonostante i numeri del veneto, il Polesine è a contagio zero

Non si segnalano nuovi positivi. Il bollettino dell'Ulss 5 Polesana

Salgono i contagi anche in Polesine: 7 in più in un giorno

Si segnalano 4 guarigioni

POSITIVITÀ

0 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 685 i residenti in Polesine con positività al COVID-19 riscontrati da inizio epidemia).

RICOVERI

Attualmente risultano 16 pazienti ricoverati nelle nostre Strutture per Covid-19, in particolare:

· 15 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta

· 1 paziente in Terapia Intensiva Covid a Trecenta

STRUTTURE RESIDENZIALI EXTRA OSPEDALIERE

Risultano positive una operatrice della Comunità Alloggio di Taglio di Po e una operatrice, non sanitaria, del Centro Servizi Anziani "Villa Resemini" di Stienta.

In tutte le altre Strutture Residenziali Extra Ospedaliere del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

TAMPONI

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 99.096. Le persone sottoposte a tampone sono 36.541.

Oggi abbiamo eseguito 93 tamponi su bambini o ragazzi in età scolastica.

“La situazione dei contagi va seguita con grande attenzione, ma non presenta allarme – commenta il Direttore Generale dr. Antonio Compostella – ciò che voglio ricordare ancora una volta è il senso di responsabilità di tutti i cittadini e il conseguente rispetto delle misure di sicurezza, quali: usare la mascherina, il lavaggio frequente delle mani e il rispetto del distanziamento sociale”.

“Ad oggi sono 7 i casi di positività confermati nelle scuole polesane sviluppati in gran parte in ambito familiare. Il numero esiguo di positività nel mondo della scuola è un buon risultato- dice il Direttore Generale – ciò significa che le misure di sicurezza all’interno degli Istituti, di ogni ordine e grado, funzionano. Non è solo fortuna ma anche grande impegno dei professionisti”.

“Il 2 ottobre 2020 è entrata in vigore la nuova ordinanza regionale, che specifica le nuove modalità di esecuzione dei tamponi rapidi direttamente all’interno della scuola. Qualora si verifichino casi sospetti di positività, il referente Covid scolastico, si mette in contatto con il SISP dell’Azienda Sanitaria Locale, che prontamente attiverà il protocollo. A partire dalla prossima settimana in provincia di Rovigo – spiega il Direttore Generale - due unità operative con dieci componenti sanitari, denominata USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale), formate da una equipe composta da medico, infermiere e/o assistente sanitario, procederanno, direttamente all’interno del presidio scolastico, previa autorizzazione del genitore, all’esecuzione del tampone rapido. Se al primo tampone rapido dovesse venire riscontrata la positività, verrà eseguito un secondo tampone molecolare. Alla positività anche di quest’ultimo, si passerà all’isolamento dell’alunno, dei compagni di classe, dei docenti e del personale scolastico venuto a contatto con il soggetto riscontrato positivo. Se il tampone rapido risultasse invece negativo, le attività didattiche potranno riprendere il loro naturale corso”.

GUARIGIONI

4 nuove guarigioni fanno salire a 537 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 102 le persone attualmente positive in provincia.

Ad oggi sono 388 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl