you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

"Molti più positivi di marzo e molto più giovani ma meno ricoveri. Per adesso"

Il bollettino illustrato dal presidente Luca Zaia

"Molti più positivi di marzo e molto più giovani ma meno ricoveri. Per adesso"

"I tamponi molecolari effettuati sono 2milioni 121mila 494 e i sierologici 1 milione e mezzo. I positivi dall'inizio della pandemia salgono a 34277 son 704 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 13873 in isolamento (900 in più), attualmente positivi 8138, 2244 morti (7 in più), ricoverati sono 396, 299 sono positivi, terapie intensive a 47, 4329 dimessi, più 20. Oggi, il 58% degli isolati è positivo. 287 sono i sintomatici. Quindi abbiamo il 3,52% di sintomatici sui positivi", sono i numeri del bollettino della regione del veneto, illustrati in diretta dal Presidente della Regione Luca Zaia. 

"Guardando il grafico: oggi facciamo più casi di marzo. Ma a marzo con quei positivi avevamo una massa di ricoveri importanti, oggi in questo momento no. Adesso abbiamo un nuovo stereotipo di covid che 9 volte e più su 10 non ha sintomi. Stiamo rilevando più positivi perché facciamo davvero tanti più test. Oggi è ufficiale l'età media è sceda da 65 di marzo, a 40/45. La fascia di età più esposta è calata tanto. In ospedale sentiamo la pressione perché abbiamo 400 persone ricoverate è innegabile. Il dato di degenza media è più basso. Le terapie intensive sono il 10% della disponibilità. Se oggi cristallizzassimo questa situazione vi dico che non siamo in emergenza ospedaliera ma c'è un soggetto covid. Non è che qui c'è il grande fratello che ha un progetto su sta roba. Il virus è molto endemico, anche il 5% di chi si ammala e finisce in ospedale, essendo grandi numeri l'ospedale va in collasso. Allora, se tu non porti la mascherina magari ti va bene. Ma cosa succede? Che la sanità viene messa sottosopra e non abbiamo più posti per curare le altre patologia. Non siamo a questi livelli ma ho l'obbligo di dirvi che per non finire in questa situazione serve l'aiuto della comunità. Incredibile che dopo mesi io debba continuare a dirvi di mettere la mascherina. E di metterla bene altrimenti con il naso fuori non serve a nulla. Non esiste il business della mascherina, la mascherina va portata perché ci difende". 

"Nelle prossime ore rinnovo le ordinanze che scadono e sarà l'occasione per ricordare le linee guida e riaffermare l'importanza della mascherina", conclude Zaia.

Per quanto riguarda le scuole sono 2715 gli studenti in isolamento ovvero lo 0,38% e sono 388 i casi in tutta la Regione ovvero lo 0,08%.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl