you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Mascherina e distanza per evitare un nuovo lockdown"

L'appello del direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

compostella 2

Il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

Il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella ha tracciato un bilancio dell'andamento del contagio da Coronavirus in Polesine. "Il virus sta camminando velocemente - ha detto - E' presente ubiquitariamente, siamo in una fase della recrudescenza della pandemia, in cui non c'è un focolaio particolare, ma il virus si può trovare dappertutto, lo incrociamo nell'ambito della nostra quotidianità. Ma non per questo si deve chiudere tutto: semplicemente, è lo scotto da pagare per tenere in piedi la scuola, le attività produttive e simili".

"Le nostre attività vanno continuate, ma con attenzione - ha ribadito il numero uno della sanità in Polesine - Usare la mascherina, lavarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza, igienizzare le superfici. Può essere utile ridurre le nostre uscite e la nostra vita di relazione all'essenziale, magari rinunciando a qualche uscita. Questa convivenza col coronavirus e questa attenzione sono necessarie a mantenere in piedi le attività più importanti".

"Difficile fare previsioni sul futuro, di sicuro siamo entrati in una fase dell'andamento dell'infenzione che fa presagire una situazione di peggioramento - ha detto Compostella - almeno per un certo periodo".

"Dal punto di vista della situazione locale, l'andamento è simile a quello nazionale e regionale, fatta eccezione per la numerosità dei casi. Continuiamo ad essere la provincia con la numerosità più ampia di casi a livello regionale e a livello di Centro Nord. Grazie anche a un approccio tempestivo sia di diagnosi che di isolamento. Questo è l'elemento principale di differenziazione del nostro territorio".

"Attualmente, l'età media dei contagiati è minore rispetto a quella della primavera scorsa, così come minore è il tasso dei ricoveri - ha proseguito nella propria analisi il direttore generale - Oggi abbiamo 25 nuove positività, anche di persone giovani".

Alcune di queste riguardano anche ospedali e case di riposo. "Queste ultime sono luoghi fragili - ha ricordato Compostella - perché ci sono tante persone, anziane, a stretto contatto tra di loro. Questo significa che il virus, se entra, rischia di fare gravi danni".

All'interno del reparto di Medicina dell'ospedale di Rovigo ci sono in tutto cinque i pazienti positivi, al momento, più un infermiere. Alle due positività di ieri se ne sono aggiunte tre. Probabile che tutto sia cominciato da un paziente che stava sviluppando la patologia, ma risultato negativo al primo tampone. "I cinque pazienti positivi sono stati spostati - ha detto Compostella - uno è stato spostato a Malattie infettive. Gli altri sono stati spostati a Trecenta. L'accoglimento di nuovi pazienti è stato ridotto, non sospeso. Sono stati posti in isolamento i pazienti venuti a contatto stretto con i positivi, ossia quelli delle stanze vicine. I locali di Medicina sono sottoposti a sanificazione e nel giro di 24 o 48 ore si tornerà all'accoglimento pieno".

Sul fronte case di riposo, la situazione è la seguente: coinvolti da positività il Centro Servizi Anziani La Residence di Ficarolo, per i non autosufficienti. Su 181 ospiti e 99 operatori, positivi 4 ospiti, uno dei quali ricoverati, e un operatore; e la residenza per anziani la Rosa dei Venti di Rosolina, dove, su 24 ospiti e 36 operatori, risultano positivi tre operatori. Sono scattate tutte le procedure previste dal protocollo.

La scuola. A oggi, su 17 istituti interessati da positività, ci sono in tutto 24 classi coinvolte, 42 studenti positivi in totale e 5 insegnanti positivi. Allo stato, è chiusa la scuola media di Ca' Tiepolo, nel Comune di Porto Tolle.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl