you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

Zaia "chiude" le scuole superiori: da mercoledì didattica a distanza per il 75%

La nuova ordinanza del presidente in vigore dal 28 ottobre

Confermato: "Scuole chiuse sino a metà marzo"

"Oggi noi ci troviamo obbligati ad applicare un Dpcm dove possiamo più o meno decidere solo sulla scuola superiore ma se facciamo l'ordinanza mi dicono che devo chiudere il 75% delle scuole. Non capisco la razionalità di questa norma, io avrei messo il 50% in presenza e il 50% a distanza. In ogni caso io ho deciso di chiudere. Ho firmato l'ordinanza per la chiusura delle scuole superiori al 75%. L'ordinanza è molto semplice. Per le ragioni di ordine sanitario, a decorrere dal 28 ottobre (mercoledì) e fino al 24 novembre gli istituti superiori adottano la didattica digitale integrata a quella in presenza con criteri di rotazione tra le classi. Ma la didattica digitale deve essere il 75%". Lo spiega il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia.

"Ho chiesto comunque che le prime classi abbiano garantita la didattica in presenza e si ruoti sulle altre classi in caso di scelta, chiaramente deciso dai dirigenti scolastici. Flessibilità organizzativa in mano ai dirigenti. E' comunque sempre garantita la didattica in presenza per i disabili e favorita la didattica domiciliare per adulti con patologie".

"Nella mia ordinanza ho inserito anche la possibilità per i lavoratori in trasferta di mangiare al ristorante anche la sera se il ristorante è regolarmente contrattualizzato come mensa dall'azienda dei lavoratori. Speriamo non me la impugnino", ha detto infine Zaia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl