you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Rovigo capitale della protesta veneta: domenica in centinaia in piazza

Megamanifestazione con attesi partecipanti da tutta la Regione

Rovigo capitale della protesta veneta: domenica in centinaia in piazza

E' confermato: ci sarà una seconda, grande manifestazione di protesta degli esercenti. Protesta pacifica, con obbligo di mascherina per tutti i partecipanti. "Domenica 1° Novembre alle ore 20.00 Piazza G. Garibaldi a Rovigo i Lavoratori veneti scendono in piazza - spiega la nota stampa di presentazione della protesta - Gestori di palestre, di centri sportivi ed di impianti sciistici; gestori di bar, di ristoranti; operatori del turismo delle nostre montagne e del nostro mare; artigiani e commercianti, si sono dati appuntamento da tutto il Veneto per una manifestazione pacifica di ferma protesta contro il nuovo Dpcm. Siamo il mondo del lavoro che vede azzerare le fatiche di una vita, che vuole essere ascoltato e che dice no a questi provvedimenti che suonano come un colpo fatale alla nostra economia".

"Abbiamo riaperto con enormi sacrifici, ci siamo adeguati ai protocolli di sicurezza, le nostre attività sono sicure, perché ci fate chiudere? Rappresentanti del mondo del lavoro delle province di Rovigo, Padova, Treviso, Verona, Belluno, Vicenza e Venezia saranno presenti; verrà data la parola a chi vorrà dare il proprio contributo in modo costruttivo e propositivo. Questa seconda chiusura, porterà al fallimento di molte delle nostre imprese e la perdita di lavoro per migliaia di dipendenti. A rimetterci, non saranno solo le categorie direttamente penalizzate ma anche tutto l’indotto".

"A morire non sarà un’attività ma un’intera comunità. Siamo a poche settimane dall’inizio della stagione turistica invernale, se non sarà revocato l’ultimo Dpcm, sarà una stagione di chiusura totale degli impianti sciistici, delle strutture ricettive con forti riduzione dei lavoratori stagionali. Ci stanno togliendo, attraverso un decreto amministrativo, lavoro, reddito, cultura e vita sociale. Noi veneti diciamo a gran voce: No alla criminalizzazione di intere categorie di lavoratori".

Infine, una chiusura molto importante: "Sarà una manifestazione pacifica, con obbligo della mascherina, non verrà tollerata alcuna forma di violenza od offesa".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl