you reporter

LENDINARA

Baristi in piazza: "Non moriremo un Dpcm alla volta"

La manifestazione degli esercenti in città

Una manifestazione, quella degli esercenti di Lendinara, che ha richiamato in piazza Risorgimento una sessantina di persone. Il messaggio che volevano lanciare gli organizzatori era chiaro: "Non moriremo un Dpcm alla volta", come scritto nei due striscioni che le bariste hanno voluto esporre, per rivendicare il proprio diritto non solo al reddito, ma anche alla dignità che viene dal lavoro.

Tutti con la mascherina, nel pieno rispetto delle disposizioni, per quanto non siano mancati alcuni messaggi al limite del negazionismo e oltre, dai contenuti molto, molto differenti rispetto ai dati ufficiali - e veritieri - comunicati dall'Ulss 5, l'autorità sanitaria di riferimento. Tra l'altro, il tutto nel giorno che ha visto il Polesine contare il record di contagi, con 119 (LEGGI ARTICOLO). Non tutti, purtroppo, di asintomatici, nonostante alcune affermazioni emerse nel corso della manifestazione. Circa la metà, anzi, dei positivi del giorno sono sintomatici. 

A riprendere in mano la situazione, il sindaco di Lendinara, Luigi Viaro, che ha ricordato quanto fatto dal Comune, tra i primi a istituire plafond di circa 200mila euro per erogare contributi a fondo perduto per chi già una volta ha dovuto chiudere la propria attività per lockdown (LEGGI ARTICOLO).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl