you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

Nuovo giro di test sugli abitanti di Vo': la squadra di Crisanti studia la durata dell'immunità al covid

L’obiettivo principale del nuovo campionamento è valutare a distanza di 6 mesi quale sia il livello di anticorpi

"La discesa dei casi si è fermata. Qualcosa non sta funzionando. Ho forti timori per l’autunno”

Il professor Andrea Crisanti

Quarto screening di massa per Vo’ Euganeo, il comune padovano che contò il 21 febbraio la prima vittima per Coronavirus in Italia. Nel fine settimana di test a tappeto previsto dalla Regione – nella speranza di frenare quanto possibile l’andamento dell’epidemia – il comune veneto torna centrale.

Da tempo, infatti, i suoi cittadini partecipano a uno studio sul Sars-Cov-2 condotto da Andrea Crisanti e il suo team di scienziati. Ieri mattina, 28 novembre, negli uffici del municipio sono tornati i medici del Dipartimento di Biologia Molecolare dell’Università di Padova, diretto dallo stesso Crisanti, per iniziare il nuovo giro di tamponi sulla popolazione. Non sono stati coinvolti, stavolta, tutti i 3.200 abitanti del paese – come accaduto nelle prime tre occasioni – ma solo i 160 residenti che, a maggio, all’esito del prelievo venoso, avevano manifestato la presenza di anticorpi Covid (e quindi la presunta immunizzazione al virus).

E proprio gli anticorpi sono al centro dello studio: l’obiettivo principale del nuovo campionamento è valutare a distanza di 6 mesi quale sia il livello di anticorpi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl