you reporter

ROVIGO

Le sequestra il telefono e la stupra ripetutamente, poi inizia a perseguitarla

Allucinante episodio di violenza, il marocchino finisce in carcere dopo la coraggiosa denuncia della vittima

incidente ponte marabin ciclista investita polizia locale auto bici (7)

All'inizio, sembrava un normale rapporto di coppia, ma, ben presto, la realtà è mutata: gelosia, divieti, liti, botte. Un giorno, addirittura, il giovane marocchino avrebbe sequestrato il cellulare alla compagna e connazionale, stuprandola poi ripetutamente, per poi andarsene tranquillo al lavoro. Appena ripresasi, la donna ha trovato il coraggio, sempre secondo questa ricostruzione dei fatti, di andare in questura a denunciare l'accaduto, dando l'avvio alle indagini, coordinate dal dirigente Gianluca Gentiluomo.

Intanto, però, il violentatore avrebbe ripreso la vita di sempre, pretendendo che nulla fosse cambiato: chiamate, passaggi sotto casa della donna. In una occasione, le sarebbe addirittura entrato in casa, forzando una finestra. Alla fine, grazie alle scrupoloso lavoro di indagine del personale della mobile, la Procura ha chiesto e ottenuto, a suo carico, la custodia cautelare in carcere, la misura più pesante possibile.

Provvedimento immediatamente eseguito dal personale della mobile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl