you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

108 morti in 24 ore. "Basta sciocchezze: senza virus non se ne sarebbero andati ora"

Il monito del presidente della Regione del Veneto Luca Zaia

Zaia segue Fontana: "Chiudiamo tutto"

Il presidente della Regione Luca Zaia

Un bollettino coronavirus non positivo, quello letto nella mattinata di sabato 5 dicembre dal presidente della Regione Luca Zaia. Non solo un dato di 108 morti in 24 ore e un indice di Rt, ossia di "contagiosità", di 1,11% che, se una ventina di giorni fa sarebbe stato quasi una manna, oggi rappresenta il peggiore a livello nazionale, ma anche curve di contagio che, con l'eccezione del Veneziano, sono sì in calo, ma in calo molto timido, meno accentuato rispetto a quanto accade in altre zone del Paese.

"Siamo preoccupati", ha confessato il presidente della Regione. In questo contesto, è arrivato uno sfogo da parte del governatore, a proposito del dato dei morti. "Francamente - ha sbottato - sono stufo di questo insensato dibattito tra morti 'per' e morti 'con' coronavirus. Abbiamo avuto 108 morti in 24 ore, ve lo dico: queste persone, senza coronavirus, avrebbero vissuto giorni, settimane, mesi, anni in più".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl