you reporter

LENDINARA

Offensiva contro il virus: torniamo ad abbracciare i nostri anziani!

Inaugurato nella Casa Albergo di Lendinara, il tunnel per gli abbracci

"Abbiamo deciso di ripartire dagli abbracci, una parola che racchiude un mondo di sensazioni affinché gli anziani della nostra Casa Albergo si riapproprino della loro quotidianità". Tosca Sambinello, presidente della Casa Albergo di Lendinara, ha tenuto a battesimo questa mattina il "tunnel degli abbracci". Accanto a lei il direttore della struttura, Vittorio Boschetti, e il sindaco di Lendinara, Luigi Viaro, oltre alla rappresentante dei familiari degli ospiti, Tatiana Travaglini.

"Finalmente presentiamo i nuovi tunnel degli abbracci - le parole della presidente Sambinello - iniziativa sposata e condivisa con la direzione e con la quale abbiamo voluto in qualche modo ricompensare i nostri anziani e i loro familiari dopo il lungo periodo di assideramento affettivo. E devo dire che sia gli ospiti che i loro familiari sono stati molto comprensivi, comprendendo la gravità dell’emergenza, dimostrandosi sempre in linea con Casa Albergo che, da parte sua, ha sempre cercato di assicurare almeno un contatto visivo tra ospiti e parenti".

"La mancanza del contatto fisico, interrottosi bruscamente, ha spezzato la loro quotidianità ormai da febbraio dello scorso anno - ricorda Sambinello - e nonostante la criticità economica del momento, voglio parlare di questa ricompensa che entrambi si meritano, per ripartire. Vogliamo che sia un sussulto per rialzare la testa, visto che la curva del contagio si sta raffreddando e in Casa Albergo adesso vede positivi dieci anziani e tre dipendenti della cooperativa".

Sono due le postazioni installate, i familiari dovranno rispettare il rigido protocollo anti-Covid per accedere dall’esterno, mentre gli ospiti saranno all’interno, divisi da questa barriera. I familiari potranno infilare le loro braccia negli appositi tunnel di plastica e abbracciare i loro cari. Si partirà dalla prossima settimana.

Il sindaco Viaro, che da poco ha superato le conseguenze del Covid, per la prima volta dopo il contagio ha preso parte a un evento pubblico. "Ce l’avete messa tutta - le sue parole riferendosi alla presidente Sambinello e al consiglio di amministrazione, oltre che alla direzione e al personale - la nostra società non era organizzata per questa emergenza e anche psicologicamente di fronte alle difficoltà, immagino quale fosse il clima che avete dovuto affrontare con familiari e ospiti. La mia esperienza personale mi ha portato a capire di più cosa si prova: la malattia è una cosa, ma la mancanza di contatto personale è la vera malattia. Riprendere oggi per la prima volta ha un significato importante - ha aggiunto - quello che conta per gli ospiti e i familiari, impotenti davanti all’emergenza e che non potevano stare accanto ai loro cari, è di tornare ad abbracciarli. Dico a presidente e direttore della Casa Albergo, che a causa di questa emergenza hanno dovuto affrontare anche problemi di bilancio per il blocco degli ingressi, che non siete soli, il consiglio comunale vi sostiene sempre. E questo nastro lo tagliamo per svincolarci dalle catene del virus - ha concluso Viaro - abbiamo capito che da soli non si fa nulla, per combattere e vincere la pandemia si deve ripartire insieme".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl