you reporter

LENDINARA

"Cliente consuma vicino al locale": multa a lui e al titolare, bar chiuso 5 giorni

Blitz dei carabinieri, dopo segnalazioni e polemiche varie

Tolleranza finita. Multe ai clienti e locale chiuso

La situazione che era stata segnalata in piena zona rossa a inizio gennaio. Le persone, pur non riconoscibili, non sono quelle controllate domenica 24 gennaio

Alla fine, dopo le lamentele sulla situazione che si era creata all'esterno, in zona rossa, con, secondo le testimonianze, anche fotografiche, assembramenti, anche senza mascherina e consumazioni in strada (LEGGI ARTICOLO), e persino offese e auguri di morte volati sui social a chi si era rivolto ad amministrazione e forze dell'ordine domandando maggiore legalità (LEGGI ARTICOLO), è arrivato, nella mattinata di domenica 24 gennaio, il blitz di carabinieri, con multe, per 400 euro, e chiusura del locale per cinque giorni.

"A Lendinara - annunciano i carabinieri - domenica 24 gennaio è stata sospesa l'attività di un bar per violazione delle disposizioni sulla somministrazione di generi". E' stata, insomma, contestata una violazione delle norme sulla somministrazione. E' stata infatti contestata la norma che individua una responsabilità del gestore qualora le consumazioni avvengano nei pressi dell'esercizio, come la norma sull'asporto non consente di fare. Una multa al cliente e una al titolare, due in tutto, oltra alla sospensione dell'attività per cinque giorni.

Numerose persone avevano immediatamente preso le difese del titolare, spiegando come non vi fosse nessun cliente all'interno, ma solo all'esterno. Versione dei fatti ribadita dallo stesso titolare. E' stato in seguito, appunto, precisato che la contestazione faceva riferimento proprio a questa consumazione nei pressi del locale, per la quale è stato ritenuto responsabile il titolare del locale, oltre al cliente. Entrambi, appunto, multati, con inoltre la sospensione dell'attività per cinque giorni.

Come detto, al di là dell'intervento di domenica 24 gennaio, da tempo c'era tensione, su questo argomento. Sotto le Feste in varie circostanze erano stati segnalati problemi riguardanti il mancato rispetto delle disposizioni contro il contagio all'esterno del locale. A queste segnalazioni, era corrisposta una campagna d'odio social contro chi le faceva, con auspici di morte davvero raggelanti

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • billy51

    25 Gennaio 2021 - 16:04

    La morte dei commercianti e dei cittadini italiani contro norme barbare dettate da legislatori con il cervello fuso!!!!

    Rispondi

    • Angelo neroblu

      26 Gennaio 2021 - 00:12

      La morte è quella dei cittadini eventualmente contagiati da questi incoscienti. Se fosse solo un problema loro non ci sarebbe nulla da dire. Il fatto è che è un problema sociale. Pensaci prima di parlare, vai a sentire cosa ne dicono medici e infermieri.

      Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl