you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Covid, evidente miglioramento in Polesine. "Verso la ripresa delle attività ospedaliere"

Numeri in calo sia per quanto riguarda i nuovi casi che i ricoveri, "Entro una settimana liberiamo l'ospedale di Adria dai positivi"

Compostella

"Anche oggi il quadro che vado a illustrare è buono, in costante miglioramento in termini di riduzione del contagio e dell'incidenza dei nuovi casi. Ed è ancora più importante nell'ambito di un contesto internazionale particolarmente importante dal punto di vista dei contagi. Questi dati Polesani sono doppiamente positivi, un patrimonio importantissimo da mantenere in prospettiva futura. La curva del contagio continua ad abbassarsi - spiega il numero uno della sanità Polesana - Rispetto a 4 settimane fa dove eravamo al culmine della curva ora abbiamo una incidenza di nuovi casi quotidiani sul totale dei tamponi al 2,8%". Lo ha spiegato il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella, questa mattina durante l'appuntamento con la stampa e i rodigini, per gli aggiornamenti sulla pandemia nel nostro territorio. 

"Oggi abbiamo 18 nuove positività, numeri che non citavo più da diverse settimane, finalmente numeri bassi a due cifre. Questa potrebbe essere frutto della responsabilità delle persone, risultato delle restrizioni, dell'azione dell'azienda sanitaria, una situazione che ovviamente ci auguriamo possa durare nel tempo. Non sappiamo se l'andamento delle scorse settimane fosse la coda della seconda ondata o già la terza ondata. Fatto sta che se ancora deve arrivare la terza ondata è importante arrivarci con questi numeri così bassi perché ci permette di affrontarla diversamente".

"L'andamento è in netto miglioramento in Polesine e in Veneto, e dunque possiamo pensare alla riapertura delle scuole, pensare anche alla ripresa di attività socio economiche quando torneremo in zona gialla, ma è altrettanto indubbio che questa situazione deve essere mantenuta altrimenti tra tre, quattro settimane torniamo ad alzare la curva e questa parentesi buona ci sarà servita a poco. Questa situazione di miglioramento la vediamo anche per quanto riguarda ospedali e ricoveri. Oggi abbiamo 78 persone ricoverate, sta progressivamente calando il numero delle persone ricoverate. E' un numero ancora importante ma almeno non sono i 160 ricoveri di non molto tempo fa. Sono ancora molti i ricoveri in terapia intensiva ma speriamo calino anche qui. Balza all'occhio anche il numero delle positività ricoverate ad Adria, sono 7 e il nostro obiettivo è quindi quello di andare ad azzerare i ricoveri presso l'area covid ad Adria o per guarigione oppure le trasferiamo a Trecenta, ma nell'arco di una settimana liberiamo l'area covid di Adria e anche l'ospedale di comunità di Adria per farlo tornare completamente all'attività ordinaria. Questo è uno dei primi obiettivi per il ritorno alla attività ordinaria. Chiaro che l'ospedale Covid di Trecenta rimane. Un passo alla volta mi auguro di tornare verso l'attività ordinaria".

"Purtroppo c'è un calo della curva dei contagi ma la conta dei decessi quotidiana rimane pesante - continua Compostella - Situazioni che risalgono a contagi insorti circa 15/20 giorni fa e in questa seconda ondata abbiamo avuto dei casi clinici davvero più pesanti per lo più lesioni polmonari gravissime. Le persone più anziane hanno pagato il prezzo più alto". 

"L'altro quadro che ci sta molto a cuore è quello delle Rsa - spiega il Dg - oggi abbiamo 138 positivi tra gli ospiti, ma non più tardi di tre settimane fa erano oltre un centinaio in più. Praticamente tutti i focolai si stanno raffreddando, anche quello di Adria con tre nuove negativiazzazioni. Lo stesso dicasi per Crespino e Crobola e Lendinara. Anche Papozze ormai è stabile, Rovigo in fase di piena negativizzazione e anche Villadose va in questa direzione. Oggi non abbiamo nessuna nuova positività. Sono 51 gli operatori ancora positivi, con 10 nuovi negativizzati rispetto a ieri. Questo è particolarmente importante perché significa che possono tornare a lavorare e alleggerire la situazione di pressione nelle strutture".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl