you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

"Progetto Veneto covid-free: cerchiamo vaccini e ce li compriamo per far ripartire imprese e turismo"

Lo ha detto il presidente della Regione, Luca Zaia

"Altri 166 morti e oltre 2mila casi. Se arriva anche Astrazeneca vacciniamo tutto il Veneto entro l'estate"

02/02/2021 - 13:01

Il Veneto non resta con le mani in tasca ad aspettare l'arrivo delle dosi di vaccino, ne cerca sul mercato per accelerare la campagna vaccinale: "Speriamo sempre in un rinforzo delle dosi da Pfizer, spero che accada. Ci stiamo anche muovendo per capire se sul mercato si trovino approvvigionamento di vaccini, non credo sia un reato comprarli. Lavoriamo a un progetto covid-free per la nostra regione, anche in ottica turismo", ha detto il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia.

"La crisi causata da questa epidemia è forte. Questa è la devastazione di una guerra mondiale, ma il mondo non si può fermare, dobbiamo ripartire. Questa pandemia ha devastato le imprese. Dobbiamo chiudere questo incubo sanitario, cominciare a ragionare sui comparti Covid-free è assolutamente innovativo - commenta Zaia - Ora stiamo cercando un canale per riuscire a recuperare vaccini nella legalità e nel rispetto delle leggi. In questa fase il paese deve poter garantire a chi trova i vaccini di poterli comprare, e non vi nego che più di qualcuno ci chiama dall'estero dicendo "guardate che ci potrebbe essere..." e le nostre imprese hanno bisogno di quei vaccini. Si chiaro che non togliamo il vaccino a qualcuno per fare business. I vaccini dobbiamo averli prima, fra sei mesi ce ne saranno molti, ma sei mesi per noi è la vita del nostro territorio. Il turismo internazionale è un altro tema importante, poi il recovery fund è un tema importantissimo, fondamentale per la ripartenza, senza sprechi: vanno aiutate le imprese e creata occupazione. Tutti gli altri argomenti sono "spreco". Il momento è drammatico, dobbiamo aiutare le imprese e far ripartire l'economia".

"Dal punto di vista formale noi possiamo comprare un farmaco autorizzato, la questione è, trovando un fornitore, da una parte capire che non vi sia un danno erariale (ed è la Corte dei Conti a decidere), dall'altro è chiaro che la fonte per poter valutare l'acquisto deve essere la "casa madre" del vaccino". Zaia parla dei tre vaccini Pfizer, AstraZeneca e Moderna. "Trovo inverosimile che si vada avanti con questo modello "mummificato", il mondo è più fluido sul fronte acquisto vaccini". Anche Bertolaso ha dichiarato che la Lombardia "farà da sola" sui vaccini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl