you reporter

ORRORE IN CASA A POLESELLA

Ai domiciliari per l'accoltellamento mortale del compagno

La decisione del giudice per le indagini preliminari

03/02/2021 - 14:30

Sono stati disposti gli arresti domiciliari in ospedale per Rosangela Dal Santo, 57 anni, la donna accusata di avere accoltellato e ucciso il compagno Costatino Biscotto, 55 anni, nell'abitazione della coppia di via Mayer, a Polesella. Una tragedia avvenuta, secondo le attuali ricostruzioni, nella giornata di martedì della settimana scorsa, in varie fasi. Prima, verso le 8 del mattino, l'accoltellamento dell'uomo, pare per una violenta gelosia che la donna avrebbe nutrito nei suoi confronti. Accoltellamento che, però, avrebbe assunto i contorni di un violento scontro nel quale anche la donna avrebbe riportato lesioni da taglio - due i coltelli recuperati dagli investigatori - tanto da rendere necessaria, in seguito, una operazione d'urgenza. Scontro ancora in buona parte da ricostruire. Poi, verso le 20, il tentativo di suicidio messo in atto dalla 57enne nel garage dell'abitazione, per asfissia: l'hanno salvata i vicini, che hanno lanciato l'allarme.

Carabinieri, vigili del fuoco e Suem, entrando in casa, dopo l'intervento in garage, avrebbero trovato l'uomo, accoltellato a morte, riverso sulla schiena, nell'ingresso soggiorno. A quel punto, la vicenda ha assunto i contorni di un omicidio seguito da tentato suicidio. Al momento la donna è indagata per omicidio volontario aggravato dal rapporto di convivenza che aveva con la vittima e, dalla mattinata di mercoledì 3 febbraio, è sottoposta alla misura degli arresti domiciliari. Al momento si trova in ospedale, nell'ambito, appunto, dei cosiddetti "domiciliari ospedalieri". Quando starà meglio, tanto da potere essere dimessa, si valuterà quale misura adottare.

Nella medesima mattinata, poi, la Procura, nella persona del sostituto Francesco D'Abrosca, ha disposto e affidato due importanti approfondimenti medico legali: il primo l'autopsia sulla salma del 55enne, la seconda una visita medico legale che chiarisca la causa delle ferite da taglio riportate dalla 57enne. Le ha riportate, per mano di terzi, nel corso di quello che, allora, sarebbe un vero e proprio scontro a coltellate, o se le è inferte da sola? Sono questioni di fondamentale importanza, per la posizione della donna nel procedimento. Allo stesso modo, si lavora per capire esattamente la natura dello scontro col compagno, a propria volta fondamentale per il futuro dell'inchiesta: un agguato? Una lite degenerata? Un accoltellamento nel quale è possibile distinguere con chiarezza chi ha colpito per primo e chi solamente si difendeva?

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

19 nuovi casi e aumentano i ricoveri
CORONAVIRUS IN POLESINE

19 nuovi casi e aumentano i ricoveri

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl