you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

Zaia: "Non escludo nuove ordinanze restrittive"

Il presidente della Regione: "I sindaci per primi chiedono di ragionare sul tema assembramenti"

"Solo la mascherina ci salverà. No lockdown ma mascherina sempre"

08/02/2021 - 13:12

"Gli assembramenti non ci aiutano, ovvio. Il distanziamento sociale, la mascherina e l'igienizzazione valgono più del lockdown. Ma non ci sono solo gli assembramenti, abbiamo anche le scuole aperte, e ricordiamo che in Israele hanno molti contagi sui bambini con il rischio di una variante proprio su queste fasce di età", così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia che non esclude l'ipotesi si emanare ulteriori ordinanze.

"I sindaci volevano riflettere sul tema assembramenti, noi non escludiamo di fare altrettanto nelle prossime ore, anche se il contesto economico non ha bisogno di mazzate con ordinanze. Se avessimo posti all'infinito negli ospedali, per assurdo, potremmo dire che ognuno sceglie il suo destino. Ma non si può ragionare così, noi tutti abbiamo una responsabilità personale e sociale. L'altro aspetto è il collasso della Sanità pubblica: se riempiamo gli ospedali mandiamo la Sanità al collasso. Dobbiamo intervenire nell'ambito del potere che ci è concesso con eventuali ordinanze, non saltare di zona".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • diduve

    08 Febbraio 2021 - 13:01

    Zaia, basta restrizioni. Metti in lockdown solo i soggetti a rischio over 75, ma lascia liberi gli altri che rischiano poco piu' di una settimana a letto

    Rispondi



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl