you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Focolaio in Geriatria, morti due pazienti

L'annuncio dell'Ulss 5

La buona notizia: si svuotano le Terapie intensive

09/02/2021 - 14:03

Il focolaio di Coronavirus sviluppatosi nell'ospedale di Rovigo, nel reparto di Geriatria, conta i primi due decessi. Si tratta di una donna di 90 anni e di un uomo di 77. Ne dà notizia l'Ulss 5 Polesana.

"Per quanto riguarda i pazienti della Geriatria di Rovigo positivi al Covid-19  ad oggi, 09 febbraio 2021, si registrano 2 decessi - spiega la nota stampa - Si tratta di una donna del 1931: ricoverata in Geriatria a Rovigo lo scorso 28 gennaio 2021 con tampone negativo. L’anziana paziente presentava una grave situazione generale, non era autosufficiente e allettata. La sua positività al Coivid-19 è stata riscontrata il 1 ° febbraio 2021 (dalle indagini in corso potrebbe aver contratto il Covid in ambito familiare). La signora è stata trasferita in area Covid a Trecenta ed è purtroppo deceduta il 3 febbraio 2021; e di una donna del 1944: ricoverata in Geriatria lo scorso 29 gennaio 2021 con tampone negativo. Presentava una gravissima patologia generale emorragica e cardiologica. Il 1° febbraio 2021 la paziente risulta positiva al tampone. Viene quindi trasferita in Malattie Infettive a Rovigo, dove decede ieri, 8 febbraio 2021":

"Porgendo le mie più sentite condoglianze alle famiglie, sottolineo che le due pazienti non presentavano sintomi Covid correlati, ma purtroppo entrambe erano curate per gravi quadri cronico-patologici pregressi".

Il focolaio di Geriatria si è sviluppato da inizio febbraio, arrivando ben presto a contare 30 pazienti positivi su 34 totali (LEGGI ARTICOLO). La vicenda è attualmente al centro di una rovente polemica, alla luce dell'alta percentuale di personale non vaccinato nel reparto. Su 24 infermieri in forza al reparto, 8 (33%) al momento non hanno aderito alla campagna vaccinale; su 12 operatori sociosanitari, oss, 8 (66%) non hanno aderito alla campagna vaccinale. Sono stati condotti due incontri il 20 e il 21 gennaio, per parlare del vaccino, della sua efficacia e della non pericolosità, col personale.

Una situazione difficile, con la direzione generale dell'Ulss 5 che, proprio nella mattinata di martedì 9 febbraio, ha annunciato di stare valutando sanzioni per il personale che continui a rifiutare il vaccino (LEGGI ARTICOLO).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl