you reporter

ADRIA

"La tragedia delle foibe va approfondita a scuola. La storia non deve essere strumentalizzata"

L'appello lanciato dal primo cittadino Omar Barbierato durante la cerimonia del Giorno del Ricordo

"Conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani vittime delle Foibe dell’esodo dalla loro terra fiumani, istriani e dalmati nel Secondo Dopoguerra": è l’appello del sindaco Omar Barbierato alla cerimonia del “Giorno del Ricordo” che si è svolta questa mattina 10 febbraio, ad Adria. A fianco della corona d’alloro il gonfalone della Città, mentre ai piedi della lapide è stato posto un mazzo di fiori portato da Fratelli d’Italia.

La manifestazione si è svolta in via Bocchi, davanti alla lapide che ricorda la tragedia delle Foibe e dell’esodo di migliaia di persone vittime dell’azione repressiva della Jugoslavia comunista di Tito. Presenti i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine e alcune associazioni d’arma con il proprio vessillo, così pure quello dell’Anpi. Tra le autorità cittadine, oltre al sindaco, sono intervenuti il presidente del consiglio comunale Francesco Bisco, l’assessore Matteo Stoppa e la consigliera comunale Giorgia Furlanetto.

Barbierato ha lanciato un severo monito affinché “la politica non strumentalizzi la storia, la storia va rispettata e studiata e non deve avere bandiere di partito”. Ed ha lanciato la proposta affinché, con il coinvolgimento di storici e studenti, vengono approfonditi sul piano storico le drammatiche vicende di quel periodo che hanno causate tante vittime, lutti e sofferenze lasciando ferite profonde ancora non rimarginate.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl