you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

L'ex militare Fernando, 80 anni, guida la carica di massa contro il virus: siamo partiti!

Ore 9.14: è Fernando Santoro il primo cittadino "semplice" vaccinato in Polesine

E' Fernando Santoro, classe 1941, il primo over 80 del Polesine vaccinato al Censer di Rovigo. Rilassatissimo, con i modi impeccabili e signorili che parlano di una lunga vita sotto le armi, vissuta tra Polesine e veronese, ha atteso pazientemente il proprio turno, con una calma onirica. "Emozionato? Sinceramente no, sono rilassato e tranquillo". Non ha voglia di rispondere a quanti gli chiedono opinioni sui no vax. Si limita ad alzare lo sguardo con fare tra l'interrogativo e lo stupito, con occhi che dicono: "Ma di cosa ci sarebbe da aver paura?".

Sono esattamente le 9.13, quando si siede all'accettazione del box 2, uno dei tanti box vaccinali, allestiti nel capannone che fu lo zuccherificio di Rovigo. Informazioni e comunicazioni di servizio che ascolta e alle quali replica con la massima tranquillità. Al suo fianco, il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella, che assieme al direttore amministrativo Urbano Brazzale, sin dalla prima mattinata, ha seguito la storica giornata dell'avvio della campagna vaccinale.

Sono esattamente le 9.14 quando il signor Santoro fa il proprio ingresso nel box: è il momento della vaccinazione. La prima dose inoculata ad un "semplice" cittadino, che non sia dipendente dell'Ulss o comunque operatore sanitario, né un ospite delle case di riposo. C'è la consapevolezza di essere di fronte se non ad un momento storico, comunque ad uno di fondamentale importanza, perché si comincia a vaccinare tutta la popolazione. Ora, per le prime settimane, almeno due, si viaggerà ad un ritmo di 250/300 vaccinazioni giornaliere, equamente ripartite tra i tre centri vaccinali di Rovigo, Adria e Trecenta. L'auspicio, però, è quello di accelerare velocemente il ritmo delle inoculazioni, così da attivare il prima possibile anche gli altri punti vaccinali - dovrebbero essere 4 - presenti sul territorio.

Sono le 9.19, quando il signor Fernando, foulard al collo e sguardo soddisfatto viene accompagnato dal personale nella ampia sala d'attesa post vaccinazione nella quale da prassi è necessario attendere 15 minuti per scongiurare reazioni avverse. Una eventualità che, a vedere la verve dell'ottantenne ex militare appare quanto mai remota. Finalmente siamo partiti davvero. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl