you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Vaccinati i primi 250 nonni polesani. Una trentina le defezioni

Non si è registrata alcuna reazione avversa. Entro sabato saranno vaccinati in 1400

Vaccinati  i primi 250 nonni polesani. Una trentina le defezioni

15/02/2021 - 16:31

"Questa mattina, nelle tre sedi  del Censer (Rovigo),  Ospedale San Luca  (Trecenta),  Sala Caponnetto (Adria), con inizio alle ore 8 e con termine alle ore 14, ha preso il via la campagna vaccinale per la popolazione. La prima coorte interessa i nati nel 1941, gli ottantenni", spiega nella nota ufficiale l'Ulss 5 Polesana.

"Da oggi, lunedì 15 febbraio, a sabato 20 febbraio (prima settimana) sono state invitati 1401 cittadini. Nella giornata inaugurale, i convocati a Rovigo sono stati 94, 72 ad Adria, 68 a Trecenta. In ogni sede sono state registrate, di media, circa una decina di defezioni. Ad Adria e Trecenta le dosi destinate a chi non si è presentato, sono state inoculate a chi ne aveva diritto (lista convocati “di riserva”),  a Rovigo,  invece, le dosi non utilizzate  sono state ricollocate negli appositi frigoriferi e verranno utilizzate nei prossimi giorni.

"Non si è registrata nessuna reazione avversa. Domani 16 febbraio 2020, è previsto l’arrivo di una partita vaccinale da  Astra Zeneca pari a 2100 dosi, che verranno destinate alla campagna vaccinali per gli insegnanti, e alla cui organizzazione  l’Azienda ULss 5 polesana sta lavorando. Da martedì a sabato compreso, i convocati saranno sempre 90 a Rovigo (Censer), 70  a Trecenta (San Luca)  70 ad Adria (Sala Caponnetto)".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl