you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Altri due decessi legali al focolaio di Geriatria, cinque in totale

Il triste annuncio dell'azienda sanitaria del Polesine

La buona notizia: si svuotano le Terapie intensive

Un reparto di Terapia intensiva

19/02/2021 - 12:44

Altri due decessi legati alla vicenda del focolaio in Geriatria in ospedale a Rovigo (LEGGI ARTICOLO). Una triste novità che porta a cinque il numero totale di deceduti, a fronte di un contagio che aveva interessato in tutto 30 dei 34 pazienti del reparto. I restanti 25 positivi sono ancora ricoverati al Covid Hospital di Trecenta, mentre il reparto dell'ospedale di Rovigo ha da tempo ripreso l'attività e l'accettazione dei nuovi degenti.

Sul fronte della genesi del contagio, appare ormai acclarato come tutto sia partito da un paziente ricoverato nel cosiddetto "periodo finestra", nel quale, cioè, il virus è già presente nell'organismo, ma non ancora rilevabile tramite il tampone. Tutti gli accertamenti sulla vicenda non hanno evidenziato responsabilità personali o inadeguatezza o non ottimale attuazione dei protocolli aziendali.

Il caso del focolaio di Geriatria aveva suscitato varie polemiche, anche a livello nazionale, per l'alta percentuale di non vaccinati tra infermieri e Oss. Doveroso, comunque, precisare come si tratti di pazienti che alla positività al Coronavirus associavano un quadro clinico pregresso comunque piuttosto "pesante".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl