you reporter

LENDINARA

Vaccinazioni, Palazzetto pronto: si comincia il primo marzo. E l'8 tocca ai docenti

Dal primo marzo diventerà centro di supporto per il Piano di vaccinazione di massa per gli over 80

Vaccinazioni, Palazzetto pronto: si comincia il primo marzo. E l'8 tocca ai docenti

Il Palazzetto dello sport di Lendinara è ormai pronto: già attrezzato dall’Ulss 5, a partire da lunedì primo marzo diventerà centro di supporto per il piano di vaccinazione Covid di massa per gli over 80 oltre ai punti di Rovigo, Adria e Trecenta. A partire dall’8 marzo, inoltre, come annunciato da Roberto Natale, dirigente dell’ufficio scolastico regionale del Veneto, toccherà agli insegnanti delle scuole pubbliche e paritarie, che saranno vaccinati al pomeriggio con Astrazeneca.

Arrivano anche belle notizie dal sindaco Luigi Viaro, che ha annunciato che i casi di positività nel territorio comunale si sono ridotti a 10 unità nella giornata di venerdì 19 febbraio: “E’ un dato buono, ma non dobbiamo abbassare la guardia e continuare ad essere responsabili”.

Saranno circa 33mila le persone che saranno invitate per la vaccinazione nella sede di Lendinara, per un totale complessivo di 66mila possibili passaggi in struttura se si conta il richiamo, previsto dopo 21 o 28 giorni. Verrà infatti servito il bacino che coinvolge, oltre al comune di Lendinara, anche Badia Polesine, Lusia, Villanova del Ghebbo, San Bellino, Fratta Polesine, Pincara, Canda, Costa di Rovigo, Villamarzana e Frassinelle Polesine.

Visto l’elevata affluenza potenzialmente prevista, venerdì pomeriggio si è tenuto un incontro del Centro operativo comunale, con l’amministrazione e Flavio Rizzi, coordinatore del gruppo locale di Protezione civile, visto che volontari saranno coinvolti in un intervento di informazione ai cittadini e di verifica del rispetto del distanziamento e di gestione del traffico all’esterno della struttura.

All’interno del Palazzetto agiranno invece volontari formati nel settore sanitario (Croce Rossa, Croce Verde e Anpas) e, ovviamente, il personale sanitario.

Martedì prossimo il primo cittadino ha convocato un incontro coinvolgendo l’ambiente sanitario locale, le realtà sindacali e i rappresentanti delle comunità religiose, per cercare di coordinare un servizio di informazione ai cittadini, “per essere certi - ha precisato - che tutti ricevano la comunicazione e un’informazione consapevole”.

Il comune si è anche impegnato in un intervento di trasporto che sta coordinando con l’Ulss per le persone sole o per le quali lo spostamento non è agevole. Questo sistema, come ha precisato Viaro, sarà di supporto rispetto alla macchina già organizzata dall’Ulss.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl