you reporter

IL CASO

Vaccini, la replica delle Poste all'Ulss: "Non siamo noi in ritardo, sono gli indirizzi che sono sbagliati"

Secondo l'Ulss molti anziani non si sarebbero presentati alla vaccinazione a causa dei ritardi nella consegna delle lettere

Poste Italiane, il servizio di consegna è regolare

20/02/2021 - 10:55

"In riferimento alle segnalazioni di rallentamenti o mancata consegna delle convocazioni per la campagna vaccinale Covid-19, Poste Italiane fa presente che la tipologia di invii spediti dalle aziende sanitarie è tenuta costantemente sotto controllo. I portalettere sono stati allertati e sono impegnati affinché provvedano immediatamente al recapito delle convocazioni e attualmente nei centri di distribuzione della provincia di Rovigo non risultano giacenze. Al tempo stesso Poste Italiane rende noto che, per questa tipologia di convocazioni, si stanno riscontrando molti casi di invii per i quali è impossibile effettuare il recapito a causa di indirizzi errati o incongruente". Secondo l'Ulss molti anziani non si sarebbero presentati alla vaccinazione a causa dei ritardi nella consegna delle lettere, ma Poste Italiane rigira le accuse al mittente. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl