you reporter

CARABINIERI

Un oceano di marijuana, arresti e sequestri per milioni

Clamorosa operazione in Polesine

17/03/2021 - 13:41

Una clamorosa operazione antidroga in Polesine, che si aggiunge ai precedenti dei mesi scorsi. Assieme, il quadro che ne esce dà conto dell'enorme risultato portato a casa dai carabinieri: hanno svelato una organizzazione cinese, ben radicata in Polesine, che produceva quintali di marijuana, per milioni di euro complessivi.

"Il 'drug business' fatto emergere dall’operazione 'Amleto' ha dato un nuovo importante risultato: altre 3 persone arrestate per produzione e traffico di marijuana ulteriori 51,5 kg di prodotto finito sequestrato ed altri 183 kg di cannabis in produzione per un valore medio di mercato stimato in € 934.000". Un risultato che va aggiunto, appunto, a quelli raccolti in precedenza.

L'ultimo sviluppo si è avuto nella giornata di lunedì, nel primo pomeriggio, quando, spiega la nota stampa del comando provinciale "militari del reparto operativo del comando provinciale carabinieri con l’ausilio dei colleghi della stazione carabinieri del luogo, nel prosieguo dell’investigazioni riferite alle 11 catture effettuate a Pistoia e Prato il 3 e 7.11.2020 e a Lendinara, Lusia e Fratta Polesine il 30.11.2020, arrestavano per 'produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti aggravata in concorso', tre cittadini cinesi di 29, 42 e 41 anni, tutti nati nel Fujian e tutti clandestini senza fissa dimora".

In Polesine, appunto a novembre, era stata scoperta una coltivazione di 610 piante di marijuana, gestita secondo le contestazioni, da cinque cinesi (tra i 36 e i 66 anni), tutti clandestini, estesa tra Lendinara, Lusia e Fratta: un’operazione condotta dai colleghi del comando provinciale di Prato, in particolare dagli investigatori del reparto operativo, guidato dal tenente colonnello Riccardo Marchi, col supporto dei colleghi di Rovigo.

Tornando all'ultimo sviluppo,  "alle ore 08.30, durante la perquisizione dell’abitazione a loro in uso, ubicata nella prima periferia di Lendinara, venivano colti nell’atto di gestire un sito di produzione di 'cannabis indica', costituito da 1828 piante vegete in vaso di varie dimensioni nutrite da impianto d’irrigazione e fertilizzazione ed irradiate da 106 lampade allo iodio da 600 watt, nonché impegnati nello stoccaggio e confezionamento di kg 16,500 d’infiorescenze di 'marijuana' e nell’essiccazione di altri kg 35 di stupefacente".

"Il totale della marijuana già pronta, sommata a quella in lavorazione, possiede un valore medio di mercato stimato in  934.000 euro che, addizionato a quello della sostanza già sequestrata in precedenza fa raggiungere la cifra ad 2.720.000 euro circa. Si è arrivati a questo nuovo sito seguendo i vincoli di parentela dei cinesi arrestati a novembre".

"Il processo di maturazione della cannabis - prosegue ancora la spiegazione dei carabinieri veniva accelerato sia con l’ausilio di fertilizzanti ad alto potenziale abbinati alla tecnica dell’esfoliazione degli steli per far confluire la linfa direttamente nelle infiorescenze, sia grazie ad un impianto a raggi 'uva' da 180 kwh, funzionante h24 a temperatura ventilata costante di 30°. L’impianto elettrico è stato realizzato abusivamente mediante allaccio diretto alla rete di distribuzione dell’energia per un danno stimato di € 98.000 in quanto i tecnici 'e-energy', intervenuti in loco, hanno accertato che l’allaccio “fantasma” era operativo già alla data del 05 luglio 2018".

"Il sito era attivo da due anni e mezzo e si ritiene abbia prodotto kg 50 di infiorescenze ogni due mesi per un totale, a ieri, di kg. 750 per un valore di mercato pari a € 4000 al kg. Quindi per un giro d’affari di € 3.000.000". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl