you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

La Regione resta in zona gialla

La cabina di regia si riunisce domani, ma non ci sono rischi di passaggio di fascia

Zaia

Il presidente della Regione Luca Zaia

La riunione della "Cabina di regia" per valutare l'incidenza del contagio nelle varie Regioni ed eventuali passaggi di fascia, con contestuali modifiche delle restrizioni, è fissata per domani, venerdì 30 aprile, ma già ora appare pacifico che, per il Veneto, non ci saranno modifiche: si resta, quindi, in zona gialla. Un dato molto importante soprattutto per baristi e ristoratori. Nella nostra Regione, infatti, l'incidenza si attesta a 127 casi ogni 100mila abitanti, ben al di sotto della soglia dei 250.

A livello nazionale, lo scenario che dovrebbe delinearsi è quello che vede quattro regioni in zona arancione (Calabria, Sicilia, Basilicata e la Sardegna), una oscillante tra arancione e rosso, la Valle D'Aosta, e una per la quale si prospetta il passaggio in giallo, ossia la Puglia. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl