you reporter

GIORNATA DELL'INFERMIERE

"Siete la famiglia dei pazienti Covid isolati da tutti. Grazie"

Le toccanti parole della direttrice generale dell'Ulss 5 Patrizia Simionato per queste insostituibili figure professionali

"Siete la famiglia dei pazienti Covid isolati da tutti. Grazie"

Una vicinanza umana costante al paziente

12/05/2021 - 14:36

In occasione della Giornata dell'Infermiere, prima dei discorsi ufficiali e della presentazione di nuovi e importanti progetti, la direttrice generale dell'Ulss 5 Polesana, Patrizia Simionato, ha voluto rivolgere un intenso e commosso ringraziamento a queste figure professionali, vere e proprie pietre angolari della sanità pubblica nell'anno del Covid. Un anno che, tra tante tragedie, lutti e angosce, ha anche però visto rivelarsi capacità umane e professionali stupefacenti.

"Nel pieno dell'emergenza sanitaria - ha esordito Simionato - è emerso l'aspetto umano della professione di infermiere. Perché  il fenomeno Covid ha visto il malato ritrovarsi spesso solo nella propria sofferenza, lontano dai propri parenti e dalla propria famiglia: è in questo contesto che l'infermiere è divenuto, con naturalezza e umanità, quasi il sostituto dei familiari o dei parenti che non potevano esserci. Questo mi ha molto colpito, vedere i gesti di affetto tra infermiere e paziente. Vi ringrazio, vi ringrazio davvero per tutto quello che avete fatto e continuate a fare".

"Un altro aspetto importante di questo periodo - ha proseguito Simionato nella propria  disamina - è stata la capacità di coloro che, come gli infermieri, si sono trovati in prima linea, di adattarsi a mutamente repentini ed emergenze improvvise. Sino a qualche anno fa si pensava fosse impossibile, o comunque molto difficile, modificare gli assetti organizzativi preesistenti, invece abbiamo visto come l'infermiere abbia adattato il modello organizzativo del proprio lavoro quasi giorno per giorno, adattandosi a una situazione straordinaria".

Una caratteristica, questa, che si è vista ovunque, ma particolarmente forte, ha rivendicato con orgoglio Simionato, proprio nel nostro Polesine. "In Polesine  - ha infatti confermato, rivolgendosi alla platea - ho toccato con un mano una grande disponibilità da parte del personale da adattarsi a questa situazione".

E' stato quindi letto uno dei tanti ringraziamenti di pazienti Covid che hanno voluto, una volta dimessi, rivolgere un pensiero alle persone che li hanno non solo curati, ma assistiti e incoraggiati giorno per giorno. "L'infermiere non mi ha solo curato per qualche minuto - è stato uno di questi messaggi - ma è divenuto una persona che non potrò mai dimenticare".  

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl