you reporter

Tagliata d’anatra speziata <br/>un piatto davvero mondiale

38143
Hanno i profumi ed i sapori delle spezie orientali i piatti preparati dagli chef della tavernetta Dante per celebrare l’Expo 2015 in abbinamento alla migliore tradizione culinaria veneta e polesana.

Per salutare la kermesse mondiale dedicata all’agroalimentare, in particolare alle eccellenze del territorio di cui Rovigo può vantare prodotti certificati Dop (Cozza Scardovari, Aglio Bianco) e Igp (insalata di Lusia, riso Carnaroli del Delta del Po, solo per citarne alcuni) il ristorante, nel centro storico di Rovigo, ha elaborato tre piatti: antipasto, primo e secondo che hanno come base le tipicità locali, integrate ed insaporite dai prodotti molto diffusi nelle altre cucine planetarie.
In particolare la tagliata di petto d’anatra speziata al Garam Masala, mistura di dodici spezie utilizzata nella cucina indiana e pakistana. “Questa ricetta - dice Ermenegildo Munaro. ‘patron’ della tavernetta Dante - s’ispira alla tradizione veneta in quanto l’anatra era il piatto dei giorni di festa delle famiglie contadine. L’abbiamo resa internazionale utilizzando il Garam Masala, concentrato di rare spezie orientali che contribuiscono ad dare un gusto esotico ad un cibo semplice. L’anatra viene cotta a bassa temperatura sotto vuoto e, al momento giusto, spolverata con le spezie che la insaporiscono. Questo piatto è molto diffuso nel Nord Africa”.


Per chi invece desidera restare in Europa ecco l’altra proposta: tartar di salmone “Loch Fyne” con salsa greca di Tzatziki, che può essere presa come antipasto. S’ispirano alla Serenissima , quando il leone di San Marco sventolava sulla costa Dalmata, le linguine con gamberi alla busara. “la tradizione - spiega Ermenegildo Munaro - li vuole bagnati con il vino rosso e con aggiunta di paprika, cotti a bassa temperatura e molto lentamente”.
In questo periodo gli chef della Tavernetta: Roberto, Francesco e Valerio hanno anche predisposto uno speciale menu, fino al 14 giugno, legato alla mostra “Il demone della modernità” allestita a palazzo Roverella. Piatti di mare e di terra per dare la possibilità a chi si siede a tavola dopo aver visitato la mostra , di gustare la cucina di tradizione polesana: schie fritte con polenta morbida al rosmarino, zuppetta di cozze e vongole, baccalà mantecato, bigoli in salsa, spaghetti con vongole del Delta, branzino di valle con polenta, oppure se si opta per la carne l’insalatina di asparagi bianchi con Piave e croccante di Prosciutto, i maccheroncini con gorgonzola e bruscandoli, la pasta e fagioli, le pappardelle al ragù di cortile, la faraona con patate, oltre ad una vasta selezione di dolci casalinghi.

Gusto Veneto-Expo 2015 ha il supporto numerosi partner: Cantina Ponte di Ponte di Piave (sponsor principale dell’evento) e Dama del Rovere di Monteforte d’Alpone (Verona) per i vini; il Prosciuttificio Soranzo di Montagnana (Padova), la Pasticceria “Ai Frati” di Rovigo, Gran Carni Group Astolfi di Stanghella (Padova), Borgo Scuro di Licio Maschio (Treviso) distributore di distillati, Carave di Reggio Calabria uno dei principali produttori di olio extravergine di oliva, Filippo Rizzato per la rappresentanza di vini veneti e nazionali, e prodotti agroalimentari e lo Studio Se.Co. di Lendinara, consulenze aziendali. Coordinamento: Te.Si. e Td eventi. Info: 335 7054098

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl