you reporter

Le sarde in saor del Polesine <br/>sposano il sale dell’Everest

GUSTO VENETO EXPO 2015

40340
Che ci azzecca il saor con il sale dell’Everest? Nulla è la prima risposta. Ma se alla razionalità della mente si sostituisce il gusto del palato si capisce come il matrimonio sia perfetto. Anzi riuscito! L’aggiunta del pepe della Tasmania lo rende ancora più intrigante. A proporre l’inedito piatto per Gusto Veneto-Expo 2015 è la Trattoria da Nadae. Alla base le sarde, pesce povero del territorio, i pomodorini, la cipolla di Lusia e il sale proveniente dall’Everest. Un buon antipasto che per i primi tre ingredienti è a km/0.
A idearlo le sorelle Mariuccia e Gabriella, colonne portanti della storica trattoria di Canale di Villadose. Ma ,oltre al messaggio gastronomico legato all’esposizione universale di Milano, il piatto ha anche un significato di solidarietà.

“Tutti siamo rimasti colpiti - dice Mariuccia - dalle immagini del disastroso terremoto in Nepal. Alle vittime, a quanti stanno soffrendo abbiamo pensato di dedicare questo piatto. E’ anche questo un modo per essere vicini moralmente a quelle sfortunate popolazioni”.

Primo giudice intransigente è stata la chef Gabriella. “Ho provato più volte - spiega - la combinazione dei vari ingredienti ed il loro grado di cottura. Le sarde non vanno fritte molto così come la cipolla, che dev’essere appena scottata sull’aceto di vino, per rimanere bianca. A completare la cromaticità dei colori: il verde dell’alloro, il rosso dei pomodorini. Una pietanza che su richiesta la trattoria (0425/476082) inserirà nel menù, ma che potrà essere gustata in anteprima venerdì 12 giugno, alle 20, nel corso di una serata a tema dove il piatto forte sarà il baccalà da gustare anche in estate in tutte le sue declinazioni. Dopo l’antipasto di sarde in saor con il sale dell’Everest, verrà proposto il baccalà mantecato, baccalà in frattona, come primo risotto di baccalà e per secondo baccalà spezzettato bianco (prezzemolo, olio extravergine) leggermente caldo. Per pulire la bocca sorbetto. Il costo della serata, compresa acqua e vini selezionati è di 30 euro.

Gusto Veneto-Expo 2015 ha il supporto numerosi partner: Cantina Ponte di Ponte di Piave (Treviso), laCantina Dama della Rovere di Monteforte d’Alpone (Verona) per i vini; il Prosciuttificio Soranzo di Montagnana (Padova), il Prosciuttificio Bedogni di Langhirano (Parma), la Pasticceria “Ai Frati” di Rovigo, Gran Carni Group Astolfi di Stanghella (Padova), Borgo Scuro di Licio Maschio (Treviso) distributore di distillati, Carave di Reggio Calabria uno dei principali produttori di olio extravergine di oliva, Filippo Rizzato per la rappresentanza di vini veneti e nazionali, e prodotti agroalimentari e lo Studio Seco di Lendinara, consulenze aziendali.
Media partner del progetto, è La Voce di Rovigo che pubblicherà, anche nel sito on line www.polesine24.it, secondo il calendario prestabilito, la ricetta ed il piatto giudicati migliori dalla commissione. Alcuni ristoranti in concorso inseriranno per tutta la durata dell’Expo 2015 il piatto selezionato nel loro menù. Coordinamento dell’evento enogastronomico a cura di Tesi e Td eventi. Informazioni: 335 7054098.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl