you reporter

Gusto Veneto, il territorio <br/> incontra i prodotti del mondo

Expo

expo[2].JPG

Il dirigenti regionali Cia con i ristoratori e chef premiati a Expo 2015

Luogo migliore non poteva esserci per la premiazione dei ristoranti i cui piatti hanno interpretato al meglio (valorizzazione dei prodotti del territorio con l’aggiunta di spezie e profumi del Mondo, originalità della ricetta e cromaticità) il tema del concorso gastronomico Gusto Veneto -Expo 2015.
All’interno dell’esposizione mondiale, che a fine mese chiuderà i battenti, nell’ambito della settimana della Regione Veneto, nello stand della Confederazione Italiana Agricoltori, chef e ristoratori hanno vista riconosciuta e premiata la loro professionalità.


“La scelta del luogo – ha detto Flavio Furlani, presidente della Cia Veneto – dà il giusto valore ai cuochi. L’Expo è il punto d’incontro tra la cucina locale e quella del pianeta Terra”. Gli ha fatto eco Claudio D’Ascanio, direttore regionale della Cia, sottolineando l’importanza della “sinergia tra i produttori e chi aggiunge arte e cultura nel valorizzare a tavola le eccellenze del territorio”.


Nel giorno riservato alla Cia di Rovigo, è stato il direttore Paolo Franceschetti a spiegare che “l’evento acquista un significato particolare, in quanto promuove i prodotti Dop e Igp del Polesine”.

Erano presenti anche i funzionari Monica Romagnoli e Stefano Bosello.

Questi i premiati ex equo: Pamela Veronese, chef e titolare dell’Osteria Arcadia di Santa Giulia di Porto Tolle (pappardelle con cozze Dop di Scardovari, verdure del Delta del Po e spezie orientali), Claudio Raboni, chef e gestore del ristorante Allo Scalo di Adria (branzino del Delta con la souza tequila blanco e chili), Sergio Dussin, chef e patron del ristorante Al Pioppeto di Romano d’Ezzelino (carpaccio di carne basaninaa di Bassano con spezie e profumi argentini), Luca e Roberta Lazzarin chef del ristorante Sale&Pepe di Villadose (petto di pollo veneto marinato con paprika e spadellato con macedonia) e Matteo Ferrari, chef del Ristorantino Hotel Petrarca di Boara Pisani (piccione viaggiatore veneto alla curcuma indiana).


A tutti è stato consegnata una elegante e artistica pubblicazione concernente il Polesine, visto attraverso gli acquerelli.

Al concorso Gusto Veneto –Expo 2015 hanno partecipato 14 ristoranti di Rovigo, Venezia, Padova e Vicenza, le cui ricette e piatti sono stati valutati da una commissione di giornalisti enogastronomici e gourmet, presieduta da Renato Malaman, ispettore per il Triveneto della guida de L’Espresso.


Nell’occasione è stata presentata, in anteprima, nello stand della Cia e in quello della Regione Veneto, la brochure “Gusto Veneto-Expo 2015” (patrocinata da Regione Veneto, Cia, La Voce di Rovigo e Associazione Stampa Enogastronomica del Triveneto) curata da Donato Sinigaglia, Alberto e Daniele Tecchiati.

La brochure, che raccoglie le ricette con gli ingredienti di preparazione, i metodi di cottura e abbinamento vini, sarà reperibile presso tutti i ristoranti che hanno partecipato. Il 21 ottobre, alle ore 16, al Centro Commerciale Il Porto di Adria, si terrà la consegna degli attestati di partecipazione al concorso gastronomico alla presenza dell’assessore regionale Cristiano Corazzari e del direttore de La Voce di Rovigo, Pier Francesco Bellini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl