you reporter

Il trofeo Tagliapietra <br/> alla biosteria Basilico 13

Festival del Baccala’

michele[1].JPG

Chef Michele Cella Basilico13 Treviso Vincitore Festival Triveneto del Baccalà 2015

Il Trofeo Tagliapietra 2015 approda a Treviso. Vincitore della sesta edizione del Festival Triveneto del Baccalà è lo chef Michele Cella della biosteria Basilico 13 di Treviso, con l’innovativa ricetta: riso, carbone, baccalà e “saor”. A decretare il verdetto è stata la giuria composta da chef stellati durante il galà finale del Festival svoltosi nella cornice della Tenuta Polvaro di Annone Veneto (Ve).
Un ruolo importante durante la serata di gala l’ha avuta anche la cucina polesana. E’ stato servito l’appetizer realizzato dall’Osteria ai Trani di Rovigo, che si è conquistato il titolo di vincitore del primo Trofeo Tagliapietra di Baccalando, il percorso del Festival dedicato ai più giovani, novità di quest’anno, che ha coinvolto sette locali alla moda del Veneto. Ciascun locale partecipante ha presentato la propria proposta culinaria, dai cichéti, agli stuzzichini ai finger food a base di baccalà. L’appetizer dell’Osteria ai Trani di Rovigo: “mini burger con baccalà mantecato, cipolla di Tropea caramellata e misticanza”, è stato premiato come la proposta più innovativa. I fratelli Fabrizio e Andrea Conforto, titolari dell’Osteria ai Trani, hanno vinto un viaggio ad Oslo, “patria” del baccalà. “È una grande emozione vincere la sesta edizione del Festival Triveneto del Baccalà. Dedico il Trofeo Tagliapietra alla mia brigata che ha contribuito con passione e dedizione alla creazione di questo nuovo piatto”, ha dichiarato lo chef Michele Cella. “Siamo orgogliosi – hanno aggiunto Fabrizio ed Andrea Conforto – di essere presenti alla serata finale. E’ un riconoscimento alla bontà e qualità della cucina polesana”. Non è stato facile il compito della giuria di chef stellati, coordinata da Franco Favaretto (Baccalàdivino di Mestre) e composta da: Ettore Bonalberti - ideatore e presidente onorario del Festival Triveneto del Baccalà, chef Giancarlo Perbellini (Casa Perbellini, Verona), chef Nicola Portinari ( La Peca di Lonigo), chef Emanuele Scarello ( Agli Amici di Udine), chef Peter Brunel ( Lungarno Collection, Firenze), chef Graziano Prest (Tivoli - Cortina D’Ampezzo, vincitore dell’edizione del Festival Triveneto del Baccalà 2014) e Fausto Arrighi, ex direttore della Guida Michelin.
Alla manifestazione gastronomica, hanno preso parte 28 ristoranti tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, presentando, come da regolamento, esclusivamente ricette originali e innovative. «Decretare le sei ricette finaliste è stato un compito arduo per tutto il Comitato Esecutivo perché gli standard di questa edizione sono stati altissimi. La ricetta vincitrice ha convito la Giuria stellata per la valorizzazione del baccalà in termini di creatività, senza andare a discapito del gusto e dell’estetica nella presentazione», ha sottolineato Luca Padovani, Presidente del Comitato Organizzatore del Festival. Ad accompagnare i sei piatti giunti in finale i vini Doc Lison Pramaggiore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl