you reporter

Veneto

Sigilli alla spiaggia "fascista" di Punta Canna

Il chiosco dello stabilimento di Sottomarina sotto sequestro per abuso edilizio

Sigilli alla spiaggia "fascista" di Punta Canna

24/05/2018 - 10:01

Sigilli alla spiaggia "fascista" di Punta Canna a Sottomarina. Lo stabilimento balneare chioggiotto è stato messo sotto sequestro dai carabinieri della Forestale di Mestre per abuso edilizio. Il bar-stabilimento era finito al centro delle polemiche la scorsa estate per via dell'affissione, nello stabilimento stesso, di cartelli e fotografie che ricordavano il periodo fascista. 

Martedì scorso i militari di Mestre, su disposizione della procura di Venezia, hanno posto i sigilli, secondo l'ipotesi investigativa, infatti il chiosco bar è stato realizzato in un'area di spiaggia che doveva rimanere libera perché esterna agli spazi dati in concessione dal comune di Chioggia. Oltre al chiosco-bar sono stati sequestrati anche un magazzino e altre strutture. Tre le persone denunciate.

Nei mesi scorsi le indagini per apologia del fascismo erano state archiviate.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl