you reporter

Veneto

No a sigarette e cellulari: barricati in casa per protesta

Denunciato un gruppo di minorenni dopo l'intervento delle autorità

No a sigarette e cellulari: barricati  in casa per protesta

Si sono barricati in casa per protestare contro l'eliminazione di cellulari e sigarette. Protagonisti di una rivolta durata circa tre ore, alcuni  minorenni ospiti di una casa famiglia nel padovano.

I telefoni e le sigarette erano stati tolti a scopo educativo, ma a nulla sono valse le trattative con gli educatori che, alla fine, hanno lanciato l'allarme.

Si tratta di un gruppo di giovani, provenienti dall'Albania e dal nord Africa, che si erano  barricati in una stanza al primo piano della struttura, posizionando dietro alle porte dei mobili: in questo modo, nessuno poteva entrate.

Immediatamente è scattato il protocollo e sul posto sono arrivati carabinieri, polizia, le ambulanze  e vigili del fuoco. Alla fine tutto si è risolto, ma il gruppetto è stato denunciato, e tutti, ora, saranno suddivisi in nuove case famiglie. 



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl