you reporter

Rosolina

“Sindaco Vitale incompatibile” e Massaro si rivolge a un legale

Il consigliere di minoranza della Lega Nord ha dato mandato a un legale: "Vitale si dimetta"

“Sindaco Vitale incompatibile” e Massaro si rivolge a un legale

Il consigliere di minoranza della Lega Nord, Pako Massaro, ha dato mandato a un avvocato, a nome della minoranza, di chiedere al sindaco di rimuovere la causa di incompatibilità che, secondo la legge, gli impedirebbe di rimanere in carica. “Che il sindaco Franco Vitale abbia interessi familiari con il comune di Rosolina ormai è lapalissiano - le parole di Massaro - cimitero, casa di riposo, opere pubbliche sull’area del cavalcavia che porta a Rosolina Mare e ha una spiaggia”.

Nel penultimo consiglio il gruppo di minoranza “Più Rosolina” aveva chiesto al primo cittadino di rimuovere la causa di incompatibilità prevista dall’articolo 61 del Tuel che recita: “Non possono ricoprire la carica di sindaco [...] coloro che hanno ascendenti o discendenti ovvero parenti o affini fino al secondo grado (fratelli) che coprano nelle rispettive amministrazioni il posto di appaltatore di lavori o di servizi comunali”. “Per questo dopo aver studiato la normativa e aver sentito degli esperti di diritto amministrativo - prosegue Massaro - abbiamo chiesto al sindaco d’interrompere i rapporti con il fratello che fa parte della società che gestisce i servizi cimiteriali, o di dimettersi in quanto in conflitto di interessi”.

“Il sindaco ha dichiarato, tra le varie farneticazioni con una battuta anche ‘l’ipotesi di sparare al fratello per rimuovere l’incompatibilità’ - aggiunge Massaro - in ogni caso ha ribadito che non si sarebbe dimesso e che se avessimo voluto avremmo dovuto rivolgerci alla magistratura. Noi, dopo esserci consultati abbiamo incaricato un legale di depositare il ricorso per chiedere al sindaco di rimuovere la causa di incompatibilità che, secondo la legge, gli impedisce di rimanere in carica. Ora spetta a lui dimostrare che non ha un fratello o che il fratello non fa parte della società che gestisce il cimitero”. “Mi auguro - ha concluso il consigliere - solo che Franco Vitale, perché è lui che dovrà difendersi, non lo faccia con i soldi dei cittadini facendosi pagare l’avvocato dal comune, ancora meno mi auguro che incarichi avvocati che già lavorano con il comune perché la cosa ‘puzzerebbe’ molto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl