you reporter

Guardia Costiera

Sequestri, multe e controlli a grossisti e ristoratori asiatici

L'operazione è stata realizzata nel corso dell'ultima settimana

Controlli a tappeto da parte degli uomini del nucleo Ispettori pesca della Capitaneria di Porto di Chioggia, realizzati presso esercizi commerciali della grande e piccola distribuzione,  come grossisti e pescherie al dettaglio, e della ristorazione nel Polesine durante l’intera settimana. Ben quarantacinque i controlli effettuati ai nove esercizi commerciali ispezionati (tre grossisti, la pescheria di un supermercato e cinque ristoranti, soprattutto asiatici).

Gli accertamenti hanno portato alla contestazione di sette violazioni amministrative punite con sanzioni pecuniarie complessivamente ammontanti a €10.500, nonché al sequestro di oltre un quintale e mezzo di prodotto ittico di varie specie, in parte già distrutto e smaltito a causa delle pessime condizioni di conservazione rilevate in alcuni casi.

La totalità delle violazioni accertate riguardano sia la tracciabilità del prodotto (che consente di risalire alla sua provenienza) che -nel caso della pescheria- la sua etichettatura (cioè la corretta indicazione di tutte le informazioni obbligatorie a favore dei consumatori). Un grossista rivenditore di prodotti alimentari asiatici, a seguito delle pessime condizioni igieniche, rilevate grazie all’intervento appositamente richiesto al Servizio Veterinario ed all’Ufficio Igiene, Alimenti e Nutrizione dell’U.L.S.S. n°5 di Rovigo, è stato contestualmente chiuso a tempo indeterminato, fino al ripristino dei requisiti minimi sanciti dalla legge.

Il Comandante della Capitaneria di Chioggia, Capitano di Fregata,  Giuseppe Chiarelli, si è dichiarato soddisfatto dell’operazione condotta dai propri uomini, affermando: “I controlli che la Capitaneria svolge sono il frutto di un costante lavoro di monitoraggio espletato lungo tutta la filiera della pesca.

Grazie al coordinamento regionale del Centro di Controllo Area Pesca  della Capitaneria di Porto di Venezia, raggiungiamo anche zone geografiche apparentemente “lontane” da quelle costiere, per mantenere comunque elevati gli standard qualitativi del pescato anche nell’entroterra, garantire la salute dei consumatori finali, ma anche tutelare i commercianti onesti e scrupolosi che rispettano le vigenti normative di settore, premiando una corretta e leale concorrenza di mercato, altrimenti penalizzata dai furbi che mettono a repentaglio la salute dei cittadini”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl